Ferragosto in sicurezza: città passata al setaccio da terra e dal cielo. Arresti e denunce

La compagnia dei carabinieri di Padova ha organizzato un massiccio servizio straordinario in diverse aree del centro. Impiegati anche i cinofili e un elicottero

I carabinieri presenti in forze in piazzale stazione

É di 95 persone e 41 veicoli controllati il bilancio del pattugliamento che dalle 16 alle 22 di lunedì ha impegnato i carabinieri dei vari reparti della compagnia oltre a personale del Supporto Arma Territoriale, a un'unità cinofila di Torreglia e a un velivolo del 14esimo Elinucleo di Belluno. Per sei ore i militari hanno setacciato le zone a rischio degrado e criminalità, concentrandosi sull'Arcella, la passeggiata Miolati, la stazione e le zone circostanti.

L'arresto dopo il furto

In arresto è finito V.M., 60enne di Santa Giustina in Colle scoperto in flagranza mentre rubava al supermercato Alì di Vigodarzere. Dopo aver restituito i cento euro di merce rubata i carabinieri lo hanno ammanettato per furto aggravato.

Minacce alla ex e alle figlie

Otto invece i denunciati a vario titolo. S.M., padovano 51enne, è stato denunciato per minaccia aggravata e omessa custodia di armi perché dopo essere rincasato ubriaco ha minacciato di morte la ex moglie e le figlie con cui convive. In casa deteneva regolarmente una carabina, che non era però custodita adeguatamente ed è stata sequestrata.

Immigrazione clandestina

Sono accusati di aver violato le norme sull'immigrazione quattro stranieri, tutti irregolari e senza documenti. Si tratta dei due gambiani S.A. e D.M. di 21 e 34 anni, del nigeriano 22enne A.H. e del 30enne maliano K.I. Dopo la denuncia sono stati messi a disposizione dell'Ufficio immigrazione della questura per avviare le pratiche di espulsione. L'accusa è invece di inottemperanza al decreto di espulsione nei confronti di A.J., nigeriano 41enne che avrebbe dovuto lasciare l'Italia nel settembre 2016.

Spaccio

La lotta allo spaccio ha portato al ritrovamento di alcuni grammi di stupefacente e alla segnalazione di tre persone alla prefettura. Lungo la passeggiata Miolati i carabinieri hanno sequestrato a carico di ignoti 7,5 grammi di marijuana e una dose di cocaina abbandonati tra i cespugli dai pusher in fuga. Nei registri del prefetto come assuntori di droga compaiono un 17enne di Grisignano di Zocco trovato con 5 grammi di hashish, un 42enne di Mestrino con un grammo della stessa sostanza e un 38enne marocchino di Cordenons che aveva uno spinello e un grammo di marijuana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Posti di blocco

Le verifiche sono state estese anche a diversi locali pubblici e alle strade, dove sono stati controllati 41 veicoli. Due le denunce frutto dei posti di blocco, entrambe per guida in stato di ebbrezza. A farne le spese un 33enne moldavo di Albignasego, scoperto alla guida con un tasso alcolemico di 2,23 g/l, quasi cinque volte oltre il limite. Più basso quello di un 43enne padovano, fermato con 1,70 g/l.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutto quello che c'è da sapere sul coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • I familiari non riescono a contattarla: 55enne rinvenuta cadavere in casa

  • Boschi in fiamme sui Colli: i focolai rischiarano la notte. Pompieri al lavoro senza sosta

  • Buoni spesa, nel pomeriggio inizia la consegna a casa a chi ne ha diritto

  • Grigliata, musica e festa nonostante i divieti: intervengono le forze dell'ordine in via Trieste

  • 60enne padovano attraversa l'Italia in camion nonostante la positività al Coronavirus

Torna su
PadovaOggi è in caricamento