Maxi operazione anti droga: non solo pusher, c'è anche chi resta nudo tra i passanti

Stupefacenti, documenti non in regola, consumatori segnalati in prefettura. Oltre denunce più frequenti, i militari hanno anche scoperto un giovane protagonista di uno spogliarello

I militari impegnati durante i controlli

Duecento tra persone e veicoli controllati, sei ore di pattugliamenti, cinque denunce, tre segnalazioni. Sono i numeri dell'imponente operazione anti droga messa in atto dai carabinieri nella serata di mercoledì.

La "mappa" dello spaccio

Un servizio ad ampio spettro, con 25 militari e 12 automezzi entrati in azione in quelle che sono note come le zone strategiche dello spaccio nel capoluogo. Dal centro alla prima periferia, i carabinieri della compagnia di Padova e i colleghi della Compagnia di intervento operativo di Mestre hanno setacciato le aree a rischio, le più piagate dai traffici di stupefacenti. Dalle 17 alle 23 sono state controllate 96 persone e 83 veicoli. Tutti gli stranieri senza un titolo di soggiorno valido sono stati avviati all'espulsione.

Nudo tra i passanti

Le cinque denunce riguardano reati di ogni genere, dallo spaccio agli atti osceni. Delle cinque persone colpite, quattro sono stranieri irregolari. Deve rispondere di oltraggio alla pubblica decenza il 29enne ghanese S.R., che ha creato scompiglio lungo l'argine del Piovego rendendosi protagonista di uno spogliarello: davanti ai passanti si è tolto pantaloni e slip esibendosi in un siparietto che, suo malgrado, ha avuto come spettatori anche i carabinieri.

Irregolari e traffici illeciti

Problemi con la permanenza in Italia sono costati la denuncia a J.B., 20enne del Gambia, e al coetaneo algerino H.B. Il primo era senza documenti ed è accusato di soggiorno illegale, il secondo aveva ricevuto ad agosto l'ordine di lasciare il Paese, che ha invece ignorato. É invece di detenzione ai fini di spaccio l'accusa verso il 28enne marocchino R.M., scoperto con mezzo grammo di hashish e 375 euro appena racimolati smerciando altra droga. E gli stupefacenti hanno portato anche a segnalare alla prefettura tre stranieri come consumatori abituali: sono un 32enne ghanese, un 34enne tunisino e un 39enne marocchino, scoperti rispettivamente con 2 grammi di marijuana, mezzo grammo e 6 grammi di hashish.

Qualche bicchiere di troppo

L'unico italiano tra i denunciati ha pagato cara la scelta di mettersi alla guida dopo aver bevuto: fermato a bordo della sua auto, il 48enne padovano Z.A. ha fatto segnare all'etilometro un valore di 1,58 g/l, tre volte oltre il consentito, venendo denunciato per guida in stato di ebbrezza e vedendosi ritirare la patente.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Schianto dello scuolabus: dopo la strage sfiorata l'autista ubriaco è già libero

  • Cronaca

    Insulti alla consigliera Mosco e alla leghista Ghidoni, poi la folle escalation fino all'arresto. Ma torna libero

  • Cronaca

    Maltempo, è allerta arancione per il bacino del fiume Bacchiglione

  • Cronaca

    Aggredito dalla baby gang: scoperti a scassinare i garage, feriscono il testimone

I più letti della settimana

  • «Siamo ai 220», poi lo schianto fatale: 35enne padovano muore dopo la diretta Facebook

  • Dramma della solitudine: giovane stroncata in casa, era morta da giorni

  • Blitz in azienda, quasi metà degli operai sono irregolari. Pesanti sanzioni in arrivo

  • Pauroso frontale a Rubano: donna di 84 anni muore nello schianto

  • Scuolabus si ribalta: undici bambini feriti. Catturato l'autista in fuga, aveva bevuto

  • Il finocchio: le sue proprietà, le controindicazioni e gli usi in cucina

Torna su
PadovaOggi è in caricamento