Denunciati i militanti di sinistra: cacciarono membri di Forza Nuova dal Palestro

Una ventina di persone affiliate ai movimenti di sinistra in città sono state denunciate dalla polizia. Avevano obbligato otto rappresentanti dell'estrema destra a lasciare il quartiere

Grattacapi in vista per gli antagonisti della sinistra padovana, che a cinque giorni dallo scontro con alcuni esponenti di Forza Nuova hanno visto recapitare a 17 membri una denuncia.

Faccia a faccia

I fatti contestati risalgono a sabato 15 settembre. Attorno alle 16 i "compagni" che vivono in un appartamento occupato di via delle Melette avvistano poco meno di una decina di personaggi riconducibili a Forza Nuova, con tanto di magliette e pitbull al guinzaglio, come hanno raccontato alcuni testimoni. Il gruppo di estrema destra è arrivato nel quartiere Palestro su invito di una donna che risiede nei palazzi Ater, che ufficialmente li ha chiamati per un caffè in qualità di amici. In realtà la visita pare avesse lo scopo di dimostrare ai vicini della donna, con cui i rapporti sono tesi da tempo, che lei e la madre pur vivendo da sole hanno anche presenze maschili a proteggerle.

L'intervento della polizia

Qualche minuto, un giro di telefonate, e una trentina di militanti nei collettivi di sinistra della città si è radunata davanti al condominio, facendo allontanare i forzanuovisti che sono retrocessi verso via Brigata Padova. Tensione alle stelle, con la polizia schierata a dividere le due fazioni. Nessun contatto fisico, ma urla, insulti, qualche minaccia. Dopo circa un'ora i poliziotti hanno recuperato una delle auto dei camerati, rimasta parcheggiata nel mezzo dello schieramento sinistroide. La vicenda sembrava conclusa, ma la questura ha voluto vederci chiaro.

Le accuse

Giovedì mattina il responso. 17 persone appartenenti al mondo della sinistra padovana sono state denunicate per violenza privata in concorso, aggravata dal fatto di essere più di 10, secondo l'articolo 339 del codice di procedura penale. Le accuse sono quelle di aver costretto gli esponenti di Forza Nuova ad allontanarsi impedendo loro di recuperare le automobili parcheggiate in via delle Melette. I denunciati, la maggior parte composta da persone vicine al centro sociale Pedro, all'ex Gramigna e a Marzolo Occupata, hanno dai 20 ai 54 anni. Nove sono padovani, gli altri sono originari di Treviso, Verona, Conegliano, Lecco, Rovereto e Vercelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: secondo paziente dimesso, 12 casi tra Limena, Curtarolo e San Giorgio in Bosco

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento