Nuovi guai per Tosato: pretende di alloggiare gratis in hotel, accusato di estorsione

Il 55enne arrestato domenica sera per resistenza a pubblico ufficiale e protagonista di una serie di insulti a Eleonora Mosco e Paola Ghidoni è stato denunciato dai carabinieri di Abano

La struttura dove alloggiava Tosato nelle ultime settimane

Dopo l'arresto e il ritorno in libertà, ieri è scattata una nuova denuncia nei confronti di Fabio Tosato, 55enne padovano con una lunga serie di precedenti illustri alle spalle e già sottoposto a diversi Tso. Sabato ha preteso di pernottare gratis in un albergo di Abano Terme, salvo poi andarsene abbandonando lì le sue cose.

La richiesta impossibile

Tosato alloggiava all'Hotel Terme Belvedere nel centralissimo viale delle Terme da una ventina di giorni. Durante il soggiorno non avrebbe creato particolari problemi a eccezione di sabato, quando si è presentato alla reception chiedendo di prolungare il soggiorno. Con una precisazione tassativa però: non versare più un centesimo. Una richiesta che si è visto naturalmente rifiutare e che, dopo un accenno di scenata che gli è valsa l'accusa di estorsione, è uscito dal portone lasciando lì il bagaglio e il portafoglio.

In caserma

I titolari hanno informato i carabinieri che, raccolti e invantariati gli oggetti, hanno raggiunto telefonicamente il 55enne invitandolo ad andare a recuperarli in caserma. Lì, oltre a vedersi comminare la denuncia, è stato redarguito dai comandanti di compagnia e di stazione. Gli è stato spiegato che l'hotel aveva agito in modo ineccepibile, pur tenendo presente la delicata situazione in cui versa il 55enne.

L'escalation degli ultimi giorni

Martedì è stata formalizzata la denuncia, ma nel frattempo il fine settimana di Tosato ha riservato numerosi altri colpi di scena. In primis il pedinamento domenica pomeriggio in Prato della Valle nei confronti della consigliera Eleonora Mosco e della candidata leghista alle europee Paola Ghidoni, che ieri si sono recate al comando provinciale per riferire sull'accaduto. Poche ore dopo è scattato l'arresto perché il 55enne, dopo aver chiamato lui stesso i carabinieri per segnalare delle fantomatiche irregolarità in un bar di via Roma, ha dato in escandescenze cercando di aggredire i militari. Il 13 maggio era poi stato denunciato dalla Digos dopo essersi barricato nell'ufficio elettroale della Lega in piazza della Frutta.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Tremendo frontale tra un'utilitaria e un camion, una donna muore nello schianto

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Scandalo nella curia padovana: prete posta foto porno nella chat dei cresimandi

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento