Le foto osé innescano il ricatto a luci rosse: ottantenne nella trappola di due ragazze

Un uomo dell'Alta Padovana è stato vittima di un tentativo di estorsione da parte di due giovani di origine straniera. In un anno ha versato oltre mille euro alle sue aguzzine

(foto: archivio)

La chat per incontri, i messaggi, le foto sempre più spinte. Fino a quando la vittima ha deciso di smettere. Una scelta che ha spinto le due donne a passare alle minacce, promettendo di diffondere sul web le immagini compromettenti.

I primi contatti

Si è conclusa con la denuncia di due ragazze l'indagine partita dalla segnalazione di un 80enne di Camposampiero. L'anziano si è rivolto ai carabinieri per uscire da un rapporto che col tempo si è trasformato in un tentativo di estorsione in piena regola. La vicenda comincia nell'estate 2018 quando l'uomo viene contattato via sms da due ventenni in una chat per incontri. Comincia così l'invio di messaggi dal contenuto esplicito, corredati da fotografie sempre più osé. E lo stesso fa la vittima, cedendo alle due donne immagini che lo ritraggono in pose discinte.

Il ricatto

Nel corso dei mesi per ricevere nuovi scatti il pensionato ha ricaricato volontariamente le carte prepagate delle ragazze, per un totale di 1.500 euro. Qualche settimana ha però cercato di troncare quella costosa relazione virtuale, una decisione che ha innescato la vendetta delle due aguzzine. Passate alle minacce, hanno chiesto al padovano 300 euro per chiudere la faccenda, ma quando lui si è rifiutato hanno promesso di diffondere su internet le sue fotografie.

Le indagini

A quel punto l'uomo ha raccontato tutto ai carabinieri, che grazie ai numeri di cellulare e alle coordinate delle carte prepagate sono approdati in Piemonte. Lì, a Vogogna nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola, vivono S.A., 23enne romena, e P.A., 27enne albanese. Nei loro confronti i militari di Premosello Chivenda hanno eseguito alcune perquisizioni che hanno permesso di recuperare cellulari, computer, le due carte prepagate e le immagini compromettenti. Sequestrato il materiale, nei confronti delle due donne è scattata una denuncia per estorsione in concorso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento