Controlli negli edifici dismessi: in casa di un'anziana si nascondono due ventenni

Due giovani stranieri irregolari di 25 e 24 anni devono rispondere dell'accusa di invasione di edificio. Si erano rintanati nell'appartamento disabitato di una donna

I carabinieri durante i controlli all'hotel Michelangelo

Una palazzina nel cuore pedonale di Abano Terme, una via immersa tra locali e hotel, frequentatissima. Eppure, nonostante il viavai, è diventata il rifugio abusivo di due giovani.

I controlli

A scoprirli e denunciarli sono stati i carabinieri aponensi, impegnati nei giorni scorsi in un ampio servizio di controllo sul territorio con lo scopo di setacciare alberghi, strutture e immobili chiusi o abbandonati. Non di rado in passato gli enormi scheletri fatiscenti dei complessi termali dismessi sono diventati rifugi di fortuna per sbandati e senzatetto e anche le ultime verifiche hanno confermato la tendenza. Tra gli altri è il caso dell'hotel Michelangelo di Monteortone, che ha chiuso i battenti una decina d'anni fa e nel maggio 2018 è stato bersaglio di un duplice incendio doloso.

Le denunce

Se però negli alberghi non sono state riscontrate presenze indesiderate, la sorpresa è arrivata da un appartamento del centro di Abano. Al civico 2 di via Busonera era stata segnalata la presenza sospetta di alcuni stranieri. Due, entrambi nigeriani di 24 e 25 anni sono stati scoperti domenica nell'abitazione di proprietà di una 70enne italiana. L'alloggio è disabitato da tempo e i due africani, irregolari e senza fissa dimora, lo avevano reso il loro rifugio. immediatamente sgomberati, il 24enne G.J. e il 25enne E.C. sono stati denunciati per invasione di edificio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gravissimo incidente, esce di strada e si schianta nel fosso: muore un 56enne

  • «Bisogna mozzargli mani e piedi»: minacce via Facebook al sindaco di Cadoneghe

  • Schianto in moto: ricoverato in gravi condizioni Fausto Dorio, sindaco di Villafranca

  • Scoperti due boss dello spaccio nella Bassa: i clienti per proteggerli finiscono denunciati

  • Donna falciata in strada davanti al Cnr: centrata da un’auto è gravissima

  • Rapina al bar: titolare legato e minacciato dai banditi armati dopo la chiusura

Torna su
PadovaOggi è in caricamento