La lotta allo spaccio si sposta sugli autobus e nei parchi: denunce e sequestri

I carabinieri del Nucleo operativo e di Padova Principale hanno passato al setaccio i mezzi pubblici del capoluogo nel corso di un servizio di contrasto al traffico di stupefacenti

La marijuana sequestrata nel corso dei controlli

Per combattere lo spaccio l'Arma tiene gli occhi puntati non solo sui luoghi di ritrovo abituale dei pusher, ma anche sui tragitti che percorrono per raggiungerli. Sorvegliati speciali nella giornata di giovedì sono stati i mezzi di trasporto pubblico, in particolare gli autobus.

Droga sotto i sedili

Nel pomeriggio a bordo di un mezzo è stato trovato un pacchetto di sigarette a terra sotto i sedili. Un semplice rifiuto abbandonato da un passeggero maleducato, all'apparenza. Ma i militari non si sono lasciati ingannare e, aprendolo, hanno avuto conferma dei loro sospetti: dentro c'erano 5 grammi di marijuana appallottolati nella pellicola alimentare. Un classico stratagemma per nascondere la droga, con tutta probabilità gettata via da uno spacciatore che, vedendo salire i carabinieri, se ne è liberato scendendo poi alla prima fermata utile.

Spaccio al parco

Lo stesso controllo li ha portati al parco Iris, dove hanno notato un giovane nigeriano cedere una dose di droga a un 18enne padovano. Interrompendo l'affare in corso, addosso al 28enne africano J.A. sono stati trovati la dose da 2,5 grammi di marijuana che stava consegnando, oltre a altri tre grammi di stupefacente e a 20 euro che nascondeva nei boxer. Mentre il pusher veniva denunciato, il cliente è stato segnalato alla prefettura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denuncia nella notte

Mezz'ora dopo la mezzanotte il Norm è stato impegnato in un ulteriore servizio nella zona del Portello. Qui è stato scoperto il 27enne F.G. di Cervarese Santa Croce, ma lungo il Piovego non avrebbe dovuto starci: il giovane era infatti stato colpito da un divieto di ritorno nel comune di Padova. Provvedimento che non ha rispettato e che gli è costato una denuncia.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Clamoroso, dopo 2 giorni di attività il Gasoline chiude: «Troppi rischi, gettiamo la spugna»

  • Ubriachi, senza mascherina e assembrati in piazza: un 23enne viene arrestato (Il video)

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Schianto fatale contro un platano: donna muore tra le lamiere della sua auto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento