Scoperto al parco a notte fonda, la perquisizione accende i sospetti sul giovane pusher

Aveva addosso giusto qualche grammo di marijuana il ventenne denunciato dai carabinieri, ma a metterlo nei guai sono stati gli oggetti recuperati in casa, tipici dello spacciatore

I materiali sequestrati

A notare il 23enne H.Q. sono stati i carabinieri in servizio la notte tra martedì e mercoledì a Mestrino.

Il controllo

All'1.30, in un'area verde lungo via Aquileia, hanno avvicinato il giovane. Non sapendo spiegare cosa facesse in quel luogo isolato in piena notte, è stato perquisito e ha consegnato un piccolo imballo con circa 5 grammi di marijuana. Non si trattava di spinelli, ma di un sacchettino con la sostanza grezza, dato già di per sé sospetto.

La perquisizione

Convinti di non trovarsi davanti a un consumatore occasionale ma a un pusher in attesa di clienti, i militari si sono fatti accompagnare a casa del 23enne. Lì è emerso il resto della sua strumentazione: un bilancino di precisione e vari materiali per confezionare lo stupefacente, tra cui cellophane e guanti. Oggetti che hanno avvalorato i sospetti, portando i carabinieri a denunciare il ragazzo per detenzione a fini di spaccio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento