Si fa accreditare oltre 11mila euro cambiando l'Iban sulla fattura, ma il trucco online viene scoperto

Protagonista della truffa un 40enne, che si è fregato con le sue mani andando a prelevare i soldi con un documento falso

L'ennesima truffa. Anche se diversa dal consueto: i carabinieri di Monselice hanno denunciato I.G., 40enne di origini moldave residente a Genova.

I fatti

Tutto ha inizio quando l'uomo riesce ad entrare nel sistema informatico della concessionaria "Biauto" di Monselice e a modificare l'Iban di una fattura, inserendo quello del suo conto corrente, sul quale vengono così accreditati ben 11.500 euro. Il piano sembra ben architettato, salvo che per un particolare: per eliminare ogni traccia della truffa il 40enne decide di recarsi in banca per prelevare l'ingente somma di denaro, presentandosi però in filiale con un documento falso. Un errore che ha permesso ai militari dell'Arma di ricostruire la vicenda e denunciarlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: secondo paziente dimesso, 12 casi tra Limena, Curtarolo e San Giorgio in Bosco

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento