Pasqua amara per un giovane padovano truffato sul web, individuata la responsabile

Magra consolazione per la vittima, per la quale riavere indietro i soldi persi sarà impresa ardua. Grazie alle indagini dei carabinieri la truffatrice è stata denunciata

Come molti altri utenti del web un 27enne padovano si è rivolto a internet per concludere un affare. Ritrovandosi però senza merce e senza denaro.

Il raggiro

Il copione è quello classico, l'epilogo pure. Protagonista suo malgrado è un giovane che qualche settimana fa ha scovato sul portale per acquisti Mevostore una scheda grafica per computer. Concordato l'acquisto con la venditrice, il cliente ha accettato di inviarle 330 euro con un bonifico bancario per ricevere poi la componente hardware. Attesa vana, perché la merce non è mai stata spedita. Tentare di contattare la venditrice è stato inutile e al giovane non è rimasto che chiedere aiuto ai carabinieri di Sarmeola. Avviando le indagini con i pochi riferimenti in loro possesso, gli inquirenti negli scorsi giorni sono riusciti a risalire alla responsabile. O.S., 40enne romana di Lanuvio, si è vista recapitare mercoledì mattina una denuncia per truffa.

Potrebbe interessarti

  • Tumori, scoperto il meccanismo per il controllo della proliferazione cellulare

  • Infarto e ictus, team di ricercatori padovani trova la "porta" che diminuisce i danni al cuore

  • Potassio: come assumerlo e perché fa bene a cuore, reni e ritenzione idrica!

  • Sette momenti in cui è fondamentale lavarsi le mani in casa

I più letti della settimana

  • Fermata e soccorsa mentre corre nuda in centro a Padova: «Sono sonnambula»

  • Si schiantano con l'auto contro un platano: passeggera elitrasportata in ospedale, è grave

  • Tenta il suicidio nel Bacchiglione: trascinata a riva da un passante, è gravissima

  • Pauroso schianto tra due auto, feriti i conducenti. Interviene l'elisoccorso, strada chiusa

  • Pedone falciato da un'auto all'altezza del cantiere: due i feriti

  • Litigio tra pazienti allo studio medico: costole rotte e denunce per due pensionati

Torna su
PadovaOggi è in caricamento