Scritte sui muri in centro storico: denunciato un 41enne vicino agli ultras del Padova

La digos ha perquisito l'abitazione dell'uomo che è ritenuto responsabile di alcune scritte fatte con la bomboletta spray negli edifici di interesse storico

E’ stato denunciato dagli uomini della digos di Padova un 41enne che nelle scorse settimane ha fatto alcune scritte sui muri della città a firma Edu.Pd., riconducibili a uno dei gruppi ultras della tifoseria biancoscudata. In particolare all’uomo viene contestato l’utilizzo di una bomboletta spray per la frase: “Il ferro diventa ruggine ma non si spezza”, apparsa su un edificio di interesse storico e artistico del centro. Altre scritte sono state fatte in piazza Capitaniato.

La denuncia

La polizia ha eseguito una perquisizione mercoledì mattina nell’ex abitazione del 41enne, trovando i capi di abbigliamento usati il 15 settembre per fare la scritta in via Boccalerie, oltre alla bomboletta utilizzata sul muro. Si tratta di una persona disoccupata che ha già dei precedenti per reati connessi a manifestazioni sportive.

Edu Pd 2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

  • Due contagiati nel comune di Saccolongo: a scriverlo il sindaco su Facebook

Torna su
PadovaOggi è in caricamento