Ubriaco, piomba a casa della datrice di lavoro: sfonda la porta e prende a calci la donna

Un trentanovenne dell'Estense è accusato di violazione di domicilio, ma potrebbe essergli contestato anche il reato di lesioni personali. L'aggressione dopo un battibecco

Una lite sul posto di lavoro è stata la miccia che ha innescato l'incontrollata reazione di un uomo di 39 anni, che domenica sera ha seminato il panico a casa della titolare della ditta di Monselice per cui lavora.

L'aggressione

Teatro della scenata è stata l'abitazione della donna, cinquantenne, a Villa Estense. Lì si è presentato P.M. che, visibilmente ubriaco, si è introdotto nella proprietà e scagliato contro una porta abbattendola a calci. Una volta all'interno ha affrontato la titolare, riservandole lo stesso trattamento senza però ferirla. La vittima è riuscita ad allontanare l'aggressore e ha immediatamente informato i carabinieri. Agli inquirenti la donna ha spiegato di conoscere bene il 39enne, che è infatti dipendente della sua ditta. Ha anche riferito il probabile motivo della sfuriata, che risiederebbe in una discussione scoppiata tra i due qualche giorno prima.

Le accuse

P.M. è stato rintracciato e denunciato per violazione di domicilio. La vittima si è resa conto che era ubriaco e sconvolto e per il momento non ha voluto sporgere querela nei suoi confronti. Nel caso invece cambiasse idea, l'uomo potrebbe essere accusato anche di lesioni personali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Bacchiglione restituisce un corpo: è la mamma di Bovolenta scomparsa lunedì

  • Piante "mangia-smog" per pulire l'aria malata: nella Bassa le prime coltivazioni di Paulownia

  • Cadavere lungo l'argine: il tragico gesto forse legato a problemi lavorativi

  • Dalle acque gelide emerge un cadavere: complesse le fasi dell'identificazione

  • Frontale tra due automobili: un'utilitaria finisce nel fossato, automobilista intrappolato

  • Cadavere nel lago d'Iseo: è la giornalista Rosanna Sapori, per anni lavorò nel Padovano

Torna su
PadovaOggi è in caricamento