Doppio colpo al traffico di droga: smantellato un covo di spaccio, due pusher presi al bar

Due controlli ai poli opposti del capoluogo, con un dettaglio in comune: il ritrovamento di un ingente quantitativo di stupefacente e delle prove certe di un traffico illecito di droga

Parte della droga sequestrata nelle due operazioni

Al termine di due distinte operazioni nel pomeriggio di giovedì, i militari del Norm hanno messo a segno tre arresti e due denunce, infliggendo un doppio colpo al traffico di droga in città, rivolto per lo più a giovani.

Il covo dello spaccio

Un vero e proprio centro di spaccio è stato smantellato in via Bassette, nella zona di Torre, con l'individuazione di un casolare abbandonato dove ogni giorno decine di clienti andavano a rifornirsi. Tra loro molti giovani che, osservati dai carabinieri, li hanno condotti al covo dei pusher. Nel palazzo sono stati intercettati tre nordafricani, tutti con precedenti. Bloccati e perquisiti, addosso al 31enne tunisino Anis Salemi sono stati recuperati 26 grammi di hashish che gli sono valsi un arresto per detenzione ai fini di spaccio. Denunciati con lo stesso capo d'accusa un connazionale 25enne e un marocchino 29enne, che conservavano 200 euro appena ricavati dallo spaccio.

Lite furiosa in strada

Si è conclusa con l'arresto di due italiani l'operazione condotta poche ore dopo alla Guizza, dove i militari del Nucleo radiomobile hanno notato un acceso litigio in via Guizza Conselvana. Un ragazzo e un uomo di qualche anno più grande discutevano vistosamente. Gli animi sembravano essersi calmati quando i due si sono seduti per un aperitivo al bar, ma i carabinieri, insospettiti, li hanno tenuti d'occhio controllando in particolare l'Alfa Romeo dell'uomo parcheggiata poco lontano.

Trattative per lo spaccio al bar

Mentre salivano a bordo i due hanno notato i militari avvicinarsi e il 22enne Matteo Alfonsi ha cercato di gettare via un sacchetto di plastica. Tentativo fallito, perché la borsa è stata prontamente recuperata insieme al suo contenuto: 46 grammi di cocaina. Immediato il trasferimento in caserma, dove sono saltate fuori altre quattro dosi appartenenti al 45enne Giovanni Del Turco, che aveva anche 115 euro proventi di spaccio. Chiarito che all'origine del diverbio vi erano motivi legati alla droga, i due sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio. Da capire se la coppia gestisse insieme il giro illecito o se fosse in corso uno scambio tra spacciatori di fazioni diverse.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento