Contabile "infedele": in 4 anni svuota le casse dell'azienda di 800mila euro per farsi la villa

Nei guai è finita l'ex contabile di una ditta attiva nel fotovoltaico con sede a Limena: il pubblico ministero Sergio Dini le contesta il reato di appropriazione indebita aggravata

Dal 2012 al 2016, avrebbe sottratto all'azienda per cui lavora la bellezza di 800mila euro. Spendendo gran parte del denaro - pare - per farsi una villa a Selvazzano Dentro. Nei guai è finita l'ex contabile di una ditta attiva nel fotovoltaico con sede a Limena: il pubblico ministero Sergio Dini le contesta il reato di appropriazione indebita aggravata. 

DIPENDENTE "INFEDELE". Come riportano i quotidiani locali, per intascare il denaro, la donna avrebbe eseguito dei bonifici seguiti da regolari fatture. In particolare, i pagamenti incriminati sarebbero quattro: uno da 330mila euro, uno da 241mila euro, uno da 50mila euro e un ultimo da 180mila euro. I soldi sarebbero finiti sui conti di ditte intestate ad una coppia di amici della dipendente "infedele", ma non risulterebbe alcuna prestazione a carico delle aziende in questione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE INDAGINI. Insomma, pagamenti per lavori mai avvenuti. I soldi, poi, sarebbero in gran parte rientrati nelle tasche dell'ex contabile. Le indagini sono state affidate al nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza dopo che l'azienda derubata ha denunciato alcuni pagamenti sospetti. Per risalire al flusso di denaro è stato necessario agire su rogatoria internazionale, visto che due ditte beneficiarie dei bonifici risiederebbero a San Marino. Risultano indagati anche i due sposi che avrebbero aiutato l'ex dipendente. Sono in corso ulteriori indagini per verificare se sia stato commesso anche il reato di riciclaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento