Dipendente "infedele" rischia il processo: bollette e cene pagate con la card aziendale

Per mesi avrebbe usato indebitamente la carta di credito della società, con sede nel Piovese, di cui era stata nominato liquidatore. Spese per circa 10mila euro

I fatti risalgono al giugno 2015, cioè al periodo in cui l'uomo, un 46enne di Piove di Sacco, era stato nominato liquidatore di una società con sede nel Piovese. Come riportano i quotidiani locali, per alcuni mesi il geometra avrebbe utilizzato la carta di credito della società per operazioni personali come il pagamento di bollette dell'energia elettrica e del gas, di fatture relative al traffico telefonico, acquisti, cene e rifornimenti di carburante. Il tutto per poco meno di 10mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

APPROPRIAZIONE INDEBITA. Il tutto per poco meno di 10mila euro. Il sostituto procuratore Benedetto Roberti ha concluso le indagini a carico del geometra ipotizzando a suo carico i reati di indebito utilizzo di carta di credito e appropriazione indebita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Dramma domenica mattina alle Terme: spara alla moglie e poi si uccide

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento