Dipendente "infedele" rischia il processo: bollette e cene pagate con la card aziendale

Per mesi avrebbe usato indebitamente la carta di credito della società, con sede nel Piovese, di cui era stata nominato liquidatore. Spese per circa 10mila euro

I fatti risalgono al giugno 2015, cioè al periodo in cui l'uomo, un 46enne di Piove di Sacco, era stato nominato liquidatore di una società con sede nel Piovese. Come riportano i quotidiani locali, per alcuni mesi il geometra avrebbe utilizzato la carta di credito della società per operazioni personali come il pagamento di bollette dell'energia elettrica e del gas, di fatture relative al traffico telefonico, acquisti, cene e rifornimenti di carburante. Il tutto per poco meno di 10mila euro.

APPROPRIAZIONE INDEBITA. Il tutto per poco meno di 10mila euro. Il sostituto procuratore Benedetto Roberti ha concluso le indagini a carico del geometra ipotizzando a suo carico i reati di indebito utilizzo di carta di credito e appropriazione indebita.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento