Dossi rallentatori "pericolosi" a Padova già sostituiti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

"Abbiamo già risposto al ministero nei mesi scorsi, accogliendo i rilievi su 19 dossi, che secondo un riscontro avevano una pendenza eccessiva e che sono stati immediatamente riportati nell'alveo della regolarità indicata". Così il sindaco reggente Ivo Rossi risponde a una lettera con la quale il Ministero della salute aveva segnalato i problemi che i rialzamenti stradali artificiali (assai numerosi a Padova) possono causare ai pazienti trasportati dalle autoambulanza in servizio d'emergenza.

"Evidentemente - ha aggiunto, riferendosi invece alle critiche arrivate in questo senso da alcuni consiglieri di opposizione - esiste un gruppo di facinorosi del dosso rallentatore. Ma quello che noi perseguiamo è una crescente attenzione alla sicurezza delle strade di Padova. I numeri ci danno ragione, infatti gli incidenti sono in costante diminuzione sia in termini di numero che di feriti, e di prognosi delle persone coinvolte". "Non possiamo non considerare poi - ha concluso - che ad ogni incidente i cittadini ci chiedono attraversamenti pedonali rialzati per la sicurezza dei pedoni".

Torna su
PadovaOggi è in caricamento