Operazione "Campo felice", sgominata banda dedita allo spaccio nell'Estense: due arresti

I due stranieri arrestati erano soliti sotterrare lo stupefacente in aperta campagna, cambiando ogni volta il luogo per non essere scoperti e per evitare che qualcuno potesse trovarlo inavvertitamente. Rinvenuti 4 chili di hashish lungo l'argine di un canale

Nel tardo pomeriggi di venerdì, a conclusione di una lunga attività investigativa, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Este, con la collaborazione dei militari della compagnia di San Bonifacio e di Legnago, nel Veronese, hanno sgominato un'organizzazione dedita allo spaccio di stupefacenti nell’estense.

ARRESTI. In manette E.G.B. 33enne marocchino, residente a Monteforte d’Alpone (Verona), E.I.M. 25 enne, residente a San Bonifacio, ma domiciliato a Belfiore, nel Veronese.

"CAMPO FELICE". L’indagine, denominata convenzionalmente “Campo Felice”, è iniziata con la raccolta di informazioni trapelate dal mondo dei tossicodipendenti che lasciavano filtrare la presenza di due maghrebini, provenienti dal veronese, molto assidui sul mercato dello spaccio estense, che avevano una buona disponibilità di cocaina e hashish.

SOTTO TERRA. Già con i primi accertamenti, partiti nel mese di dicembre 2016, i militari erano riusciti a capire che i due stranieri erano soliti sotterrare lo stupefacente in aperta campagna, cambiando ogni volta il luogo per non essere scoperti e per evitare che qualcuno potesse trovarlo inavvertitamente.

DROGA. Durante il servizio eseguito nel pomeriggio di venerdì, i carabinieri hanno atteso il momento opportuno per fermare i due maghrebini a bordo di un'Audi A3 a loro in uso. Una volta giunti in prossimità di uno dei luoghi in cui avevano precedentemente occultato la droga, in via Moneta di Belfiore, (Verona), i due nord africani sono stati fermati, perquisiti, e trovati in possesso di 10 grammi di cocaina suddivisa in due involucri.

HASHISH. La perquisizione estesa anche nei luoghi di occultamento per ultimi individuati, ha consentito ai militari di rinvenire e sequestrare 4,711 chili di Hashish lungo l’argine di un canale di scolo ubicato nella via in cui sono stati fermati. Poco dopo, in località Desmontà di Veronella (Verona), lungo il ciglio della SP7 Bis, i carabinieri hanno trovato anche 604 Grammi di Cocaina.

RESISTENZA. Alla luce di quanto sopra i due stranieri sono stati arrestati per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e associati alla casa circondariale di Verona, a disposizione della locale Autorità Giudiziaria per la convalida. Per E.I. si aggiunge anche il reato di resistenza a pubblico ufficiale, considerato che all’atto del controllo, per fuggire, ha attuato una violenta reazione nei confronti di due carabinieri, causando loro lievi lesioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Centrato in pieno da un'auto mentre attraversa a piedi l'autostrada: morte sulla A4

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere nel parcheggio: fu arrestato per le spaccate, stroncato dalla droga

  • "Situazione meteo in peggioramento, allerta arancione per Bacchiglione e Brenta”: l’aggiornamento

Torna su
PadovaOggi è in caricamento