Fuga di gas: abitazione saltata in aria, crollata anche l’ultima porzione di casa

È successo in zona Altichiero: l'esplosione è avvenuta nella notte tra martedì 19 e mercoledì 20 febbraio. All'origine della deflagrazione ci sarebbe un malfunzionamento della caldaia

Un problema dell'impianti di riscaldamento sarebbe la causa dell'esplosione che ha completamente sventrato un'abitaizone nella periferia del capoluogo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'esplosione

Dalle 8.15 di mercoledì i vigili del fuoco sono impegnati in via Rienza al civico 39 per l'esplosione di un’abitazione isolata, avvenuta presumibilmente durante la notte. Non risultano persone coinvolte e nessuno è rimasto ferito perché al momento della deflagrazione la villetta era disabitata. Il proprietario, un cinquantenne padovano, ha passato la notte da un parente. La compagna romena si trova attualmente nel suo paese natale per assistere gli anziani genitori e il marito alterna periodi al fianco della donna ad altri che trascorre nell'abitazione padovana.

Le verifiche

Le operazioni dei vigili del fuoco (intervenuti da Mestre e Treviso con diciotto operatori) con il supporto del personale Usar (Urban search and rescue) sono proseguite fino alle 14.30. Gli operatori hanno setacciato tutto il perimetro interessato dal crollo con l'ausilio dei cani per la ricerca di persone, per escludere la presenza di dispersi. Sul posto anche i carabinieri di Padova Principale per i rilievi. Secondo i primi accertamenti a provocare la deflagrazione sarebbe stato un allentamento di una valvola della caldaia, che ha generato la fuga di gas. L'esplosione sarebbe avvenuta durante la notte ma solo stamattina se ne è avuta notizia quando alcuni passanti hanno allertato la sala operativa del 115. Sebbene l'abitazione sia particolarmente isolata e nessuno abbia ufficialmente dato l'allarme fino a stamattina, il forte botto è stato udito nelle vicinanze e non solo, perché anche all'Arcella nella trada serata di ieri è stato segnalato dai residenti un fortissimo e improvviso rumore. Diversi residenti avrebbero udito il boato, pensando però allo scoppio di uno pneumatico lungo la vicina autostrada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il crollo totale

Alle 13.30 anche l’ultima porzione di casa rimasta in piedi è definitivamente crollata. Fortunatamente al momento del cedimento strutturale all’interno dell’abitazione non c’era nessun vigile del fuoco in quanto le squadre al lavoro avevano già messo in sicurezza l’area, ora sotto sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Clamoroso, dopo 2 giorni di attività il Gasoline chiude: «Troppi rischi, gettiamo la spugna»

  • Ubriachi, senza mascherina e assembrati in piazza: un 23enne viene arrestato (Il video)

  • Schianto fatale contro un platano: donna muore tra le lamiere della sua auto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento