Famiglia sfrattata dorme in stazione dei treni, catena di solidarietà per aiutarla

Un padre di famiglia licenziato, una moglie gravemente malata ed un figlio di 35 anni, anch'esso licenziato. Il 10 febbraio un militante di Forza Nuova Padova si attiva e, in collaborazione con il comune di Este, viene trovata una soluzione

Este. La famiglia C.C.L., è una famiglia italiana come tante, come tante di quelle famiglie italiane che soffrono su di sé il peso di una crisi economica che sembra essere senza uscita. Un padre di famiglia che deve affrontare il dramma del licenziamento avvenuto un anno fa, una moglie gravemente malata ed un figlio di 35 anni, anch'esso licenziato e in attesa di trovare un nuovo lavoro. È il 10 febbraio quando la situazione disagiata di questa famiglia viene segnalata da un militante al proprio movimento, Forza Nuova Padova, che nota il nucleo familiare intento a soggiornare in stazione a Monselice, costretto a dormire nell'atrio della stessa a causa di uno sfratto del quale questa famiglia non risulta essere responsabile o colpevole. Nei mesi precedenti, questa famiglia cerca riparo grazie alla disponibilità di alcuni parenti che vivono tra il Veneto e l'Emilia, ma ben presto è costretta a rientrare tornando a Monselice, dove il Comune trova loro posto all'interno di un ostello.

CATENA DI SOLIDARIETÀ. Forza Nuova si adopera per trovare una soluzione migliore: pochi giorni fa i dirigenti provinciali e cittadini del movimento si recano al comune di Este (ultimo Comune per il quale risulta registrata la residenza di questa famiglia) e, grazie all'intervento e dell'assessore ai servizi Sociali Ruzzon e alla responsabile assistenze sociali e casa del comune di Este prende forma l'aiuto concreto. Nei giorni che trascorrono da questo momento, Forza Nuova riesce a garantire una sistemazione temporanea alla famiglia Capriglione, grazie alla disponibilità di un proprio militante di zona, ivi compreso un sostentamento alimentare tramite l'associazione di volontariato Solidarietà Nazionale Padova a cui Forza Nuova fa capo. Si attiva quindi una catena di solidarietà che termina positivamente con un proprietario di Montagnana che, dopo ricerche, si fa avanti nell'offrire un tetto a questa famiglia, mentre il comune di Este, sempre presente ed attivo, decide di farsi carico delle spese di allaccio delle utenze di acqua luce e gas. Entro il 9 marzo la sistemazione sarà già effettiva. "In questa vicenda - dichiara Forza Nuova Padova - partita drammaticamente e che rispecchia una situazione che purtroppo coinvolge centinaia di migliaia di persone nel nostro paese, possiamo sentirci soddisfatti del fatto che il nostro piccolo contributo sia riuscito a consegnare a questa famiglia italiana ciò che lo Stato per primo dovrebbe essere in dovere di garantire".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Agna: un profugo in sella alla bici rubata a un bimbo, forbici sul cartello che vieta di fare pipì

    • Cronaca

      Sorpassato nel "fagiolo": dentista si altera, insegue in Suv l'auto di un avvocato e lo insulta

    • Cronaca

      "Cani e gatti uccisi o intossicati con bocconi avvelenati", blitz degli animalisti a Legnaro

    • Cronaca

      Padova, al via il progetto "Una scelta in Comune" per la donazione di organi e tessuti

    I più letti della settimana

    • Mestrino, schianto auto-moto: centauro muore sul colpo

    • Polverara, schianto mortale tra un'auto e uno scooterone: 51enne perde la vita

    • Dramma nell'Alta: 30enne va a farsi la doccia, cade a terra e muore

    • Incidenti stradali a Camposampiero, Rubano, Conselve, Cadoneghe e Albignasego

    • Torna dalla palestra a bordo dell'automobile e si sente male: morto 40enne di Pernumia

    • Quattro nuovi autovelox sulle tangenziali e 14 T-Red in arrivo agli incroci pericolosi

    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento