Frode fiscale. "Oltre confine", secondo round dell'operazione: oltre 90 perquisizioni

Dopo gli arresti della scorsa settimana, la Guardia di Finanza di Padova ha eseguito oltre 90 perquisizioni in Italia e sequestrato all'estero una cassetta di sicurezza

Alcuni frame dal video dell'operazione della Guardia di Finanza

Secondo step dell’operazione “Oltre confine” della Guardia di Finanza di Padova, che aveva già portato la scorsa settimana all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare e di un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca diretta e per equivalente nei confronti dei componenti di un’associazione per delinquere finalizzata a commettere una pluralità di frodi fiscali, riciclaggio, auto riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori.

IL PRIMO STEP. In manette erano finite sei persone (5 in carcere ed 1 ai domiciliari), mentre per altre otto era stato disposto l’obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.

"OLTRE CONFINE", PRIMO STEP: IL VIDEO

IL SECONDO STEP. Questa volta le fiamme gialle, coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica del Tribunale di Vicenza, Claudia Brunino, hanno eseguito altre 90 perquisizioni nelle province di Padova, Vicenza, Treviso, Rovigo, Verona, Pisa, Roma, Milano, Ancona, Bergamo, Imperia, Torino, Ferrara, Varese e Como, nei confronti, soprattutto, di persone sospettate di avere utilizzato le fatture oggettivamente false emesse dalle società cartiere individuate, operanti soprattutto nel settore del pellame nonché in quello delle materie plastiche-rottami e dei prodotti alimentari.

"OLTRE CONFINE", SECONDO STEP: IL VIDEO

"OLTRE CONFINE". Contemporaneamente, sotto l’egida dell’Unità di cooperazione giudiziaria dell’Unione Europea (Eurojust) e con l’ausilio del Servizio per la cooperazione internazionale di polizia del ministero dell’Interno, è stata data una prima parziale esecuzione, tramite rogatoria internazionale, al decreto di sequestro preventivo emesso dal giudice per le indagini preliminari di Vicenza, Roberto Venditti, su disponibilità finanziarie detenute da alcuni dei membri dell’associazione per delinquere, per il momento localizzate in Austria in una cassetta di sicurezza (con ben 110mila euro in contanti). Si attendono gli esiti delle rogatorie internazionali che verranno eseguite, sempre con il coordinamento di Eurojust, in altri stati europei. 

"OLTRE CONFINE", SECONDO STEP: IL VIDEO

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centrato in pieno da un'auto mentre attraversa a piedi l'autostrada: morte sulla A4

  • Prende a calci un bancomat, palpeggia una donna, si masturba dal panettiere: denunciato

  • Tragedia in autostrada, donna muore nell'auto stritolata da due camion

  • "Situazione meteo in peggioramento, allerta arancione per Bacchiglione e Brenta”: l’aggiornamento

  • Tenta il suicidio con i gas di scarico dell'auto, salvato da un passante

  • Fuoco ed esplosione in un'autorimessa: un quarantenne gravemente ferito, tangenziali bloccate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento