Torna l'incubo spaccate: quarta effrazione al Gino's. Ma l'allarme mette in fuga i ladri

Dopo un paio di mesi di tregua, il locale nella zona dell'aeroporto torna a essere preso di mira. Hanno colpito anche alla parrocchia della Sacra Famiglia svaligiando il bar

I tagli nel rivestimento della veranda esterna del Gino's

Dopo le tre spaccate in rapida successione, i ladri sono tornati al Gino's. Ma stavolta sono stati colti di sorpresa dal nuovo allarme e sono stati costretti a scappare.

I precedenti

É successo la notte di domenica 28 ottobre, quella di sabato 3 novembre e ancora quella di domenica 11. , con i danni che avevano superato di gran lunga l'ammanco economico, costituito da qualche centinaio di euro di fondo cassa e poche bottiglie di vino. All'epoca il gestore Fabio Ruzzon non disponeva di un sistema di sorveglianza e le telecamere dell'aeroporto Allegri erano fuori uso.

Il colpo sfumato

A distanza di due mesi il ristorante si è invece dotato dell'antifurto volumetrico, che ha permesso di sventare, almeno in parte, il nuovo incubo. L'allarme è scattato alle 5.25 di martedì, immediata la segnalazione alla polizia accorsa sul posto. I ladri si erano già dileguati, lasciando dietro di se uno squarcio nel rivestimento della veranda e un tombino di ghisa poggiato al marciapiede. Con tutta probabilità sarebbe servito per sfondare la porta a vetri, esattamente come nel caso del primo furto.

Le indagini

Stavolta dunque i banditi non sono riusciti a portare a termine il loro piano criminale, ma i gestori devono nuovamente fare i conti con i danneggiamenti, anche se limitati. Gli agenti, dopo il sopralluogo, si sono messi al lavoro per tentare di rintracciare i responsabili.

gino's2-2

Furto a segno in parrocchia

Il colpo è invece andato a segno a un paio di chilometri di distanza, al bar del patronato della parrocchia della Madonna Incoronata. Meno di un'ora dopo il furto sventato al risotrante di via Sorio, le volanti della questura sono intervenute nel quartiere Sacra Famiglia allertate dal parroco don Carlo. Il sacerdote è stato svegliato dal suono dell'antifurto, scattato durante l'effraizone. Anche in questo caso all'arrivo dei poliziotti dei ladrinon c'era più traccia. Penetrati nel bar i malviventi sono riusciti ad arraffare in tutta fretta l'incasso di circa 100 euro prima di scappare. Sono in corso le analisi per valutare eventuali tracce biologiche lasciate sulla scena, oltre che per capire se i responsabili possano essere gli stessi che hanno colpito al Gino's.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camerieri di un ristorante del centro pestati a sangue: mascella distrutta per uno dei due

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Un vero regalo di Natale: musei gratis per un mese per padovani e studenti universitari

  • Sangue sulle strade padovane: frontale auto-furgone, un morto e due feriti

  • Parto di emergenza riuscito alla perfezione: la "nascita-lampo" di Ginevra a Camposampiero

  • Clio all'ombra del Santo: apre a Padova il temporary store della celebre make-up artist

Torna su
PadovaOggi è in caricamento