Ghost Hunter scopre antiche presenze nella chiesa di San Tommaso a Monselice

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Riceviamo e pubblichiamo:

"L'associazione Ghost Hunter Padova lo scorso marzo è stata contattata dall'associazione culturale di studio e ricerca archeologica Compagnia Del Lupo Passante, che gestisce la chiesa di San Tommaso Apostolo di Monselice.

Nell'antica Pieve, secondo il racconto dei rievocatori storici, accadrebbero singolari episodi in concomitanza con le festività mariane: odore di incenso e di cera di candela sarebbero stati avvertiti, in modo distinto, da più persone nella zona dell'altare e dove, un tempo, era collocata la statua della Madonna del Pomo.

Nei mesi scorsi è stato svolto un primo sopralluogo e, attirati non solo da queste testimonianze ma anche dalla storia dell'antica chiesetta, il gruppo Ghost Hunter ha fissato l'indagine che si è svolta sabato 1 luglio.
Durante l'analisi è emersa la reazione del geophono (strumento che rileva vibrazioni) durante uno spunto quantico (che consiste nel ricreare un evento che sia in linea con l'evento passato), in questo caso l'Ave Maria cantata in latino.
Nelle prossime settimane si cominceranno ad analizzare tutti i dati raccolti e, come di consueto, non mancheranno gli aggiornamenti".

Torna su
PadovaOggi è in caricamento