Il sindaco boccia l'idea di intitolare un'area verde a Valeria Solesin

I consiglieri di minoranza propongono di apporre il nome della studentessa veneziana, morta nell'attentato terroristico a Parigi ad un parco del comune di Cadoneghe. Votata in Consiglio, la giunta Schiavo si oppone

Da sinistra: Valeria Solesin e il sindaco di Cadoneghe Michele Schiavo

La giunta Schiavo dice no all'idea di intitolare un'area verde, in via Vasari, a Valeria Solesin, la studentessa veneziana morta il 13 novembre scorso nell'attentato terroristico a Parigi. La proposta era nata da alcuni consiglieri comunali di Cadoneghe ed è stata votata in consiglio comunale dove ha trovato lo stop della maggioranza. Il sindaco Michele Schiavo ha motivato la decisione sostenendo che per legge le intitolazioni devono avvenire a dieci anni dalla morte.

CONTESTATO. La decisione del sindaco Schiavo è stata contestata sui social network dove, tra i vari commenti compare questo: "ci permetta signor sindaco ma come mai ora con Valeria Solesin pretende di adducere a motivi normativi (10 anni dalla morte) quando con altri (e meritatamente) ciò non è stato fatto?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: secondo paziente dimesso, 12 casi tra Limena, Curtarolo e San Giorgio in Bosco

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento