Nascondeva in auto un arsenale: arrestato imprenditore 58enne

Le armi illegali sono state rinvenute nel corso di un controllo stradale. Poi ne sono state trovate altre nel corso della perquisizione domiciliare

Un imprenditore padovano di 58 anni è finito in manette con l'accusa di detenzione illegale di armi clandestine. Fermato per un normale controllo stradale dai carabinieri di Limena (Padova) in collaborazione con i colleghi del Norm di Padova, l'uomo si è mostrato agitato. I militari si sono così insospettiti ed hanno ispezionato la vettura all'interno della quale, nascoste in una intercapedine appositamente ricavata nel poggiabraccio posteriore, hanno trovato una pistola semiautomatica marca beretta cal. 9 munita di caricatore con 8 colpi e con matricola non abrasa.

Dentro l'abitacolo, inoltre, i militari hanno rinvenuto anche un manganello estraibile, un puntatore laser, una noccoliera in acciaio, undici coltelli di vario genere, di cui uno in ceramica, due paia di manette ed uno storditore elettrico di produzione artigianale. Altre armi modificate nonché munizioni sono poi spuntate nel corso della successiva perquisizione domiciliare. A casa dell'arrestato, le forze dell'ordine hanno requisito un vero e proprio arsenale.

Tra le tante armi di precisione spiccavano un fucile da caccia automatico marca browing con matricola e una pistola marca sigsauer con matricola e caricatore inserito contenente cinque colpi, oltre a 42 cartucce calibro 8,44 e un migliaio di pallottole calibro 22 detenute in misura superiore a quanto consentito senza la necessaria autorizzazione della polizia

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento