Acciaierie Venete, l'Unione Generale del Lavoro: "Servono più controlli e maggiore formazione"

Paolo Capone, segretario generale del sindacato: "La sicurezza sul lavoro deve essere prioritaria nell’agenda del prossimo Governo"

“Siamo di fronte a un ennesimo incidente sul lavoro che ci strazia, e lo dico non solo in qualità di sindacalista ma anche dal punto di vista umano". Paolo Capone, segretario generale dell'Ugl (Unione Generale del Lavoro), esprime a nome del sindacato tutta la solidarietà "ai quattro operai coinvolti nel gravissimo incidente alle Acciaierie Venete e alle loro famiglie”

"Il prossimo Governo affronti il problema"

Il segretario Capone, quindi, indica le urgenze: "Lo sciopero regionale indetto dai lavoratori di tutto il settore metalmeccanico ci deve indurre a riflettere su quanto sia necessario intensificare il controllo e garantire una maggiore formazione nelle aziende, affinché siano adottate tutte le misure precauzionali per salvaguardare la sicurezza e la salute di ogni singolo dipendente. Viviamo in un Paese civile, ed è ormai palese che la sicurezza sul lavoro deve essere prioritaria nell’agenda del prossimo Governo. Aspettiamo che la magistratura faccia il suo corso per accertare le cause di questa terribile tragedia” 

Potrebbe interessarti

  • La Notte dei Colori, feste in piazza e sui colli, lirica e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • 10mila veneti colpiti da Linfedema. Sinigaglia: «Pazienti costretti ad andare all'estero per farsi curare»

  • «Ecco perché perdiamo forza durante l’invecchiamento»: la ricerca congiunta Vimm-Università

  • Concerti, manifestazioni in piazza, sagre e feste in piscina: gli eventi del weekend a Padova

I più letti della settimana

  • Violento acquazzone nel Padovano: forte vento e grandine, alberi sradicati e strade allagate

  • Domenica di sangue: schianto tra due auto sull'argine a Codevigo, morto un 43enne

  • Tragico frontale sulla regionale 308: muore un parroco di 82 anni

  • Tragico schianto in moto alle Canarie: muore Andrea "Pizzi" Mazzin, 35enne padovano

  • Sfiora la morte per un attacco cardiaco: ciclista rianimato. Il testimone: «Grande solidarietà»

  • La clinica neurologica diventa internazionale per ospitare la scuola di Parkinson

Torna su
PadovaOggi è in caricamento