Ubriaco e con a bordo due gemellini, travolse e uccise un ciclista: omicidio colposo

L'incidente avvenne il 16 marzo scorso ad Arzergrande. L'uomo, alla guida di un'auto, tamponò una bicicletta provocando la morte di un 47enne. L'alcoltest risultò positivo con un tasso di alcol nel sangue quattro volte superiore al limite consentito dalla legge: denunciato

L'incidente

Il 16 marzo scorso, provocò la morte di un ciclista, dopo averlo tamponato con la sua auto, sulla quale viaggiava assieme ai figlioletti, due gemellini di 6 anni. A distanza di quattro mesi, la giustizia ha presentato il conto ad S.P., denunciato, oltre che per guida in stato d'ebbrezza, per omicidio colposo. L'uomo, infatti, al momento dell'incidente, risultò palesemente ubriaco: l'alcoltest, effettuato dalla polizia stradale prima del trosporto in pronto soccorso, rilevò un valore pari a 2,02 grammi/litro.

L'INCIDENTE. Erano le 19.20 di un mercoledì, quando, nel comune di Arzergrande, precisamente in località Vallonga, l'auto condotta da S.P., italiano di 41 anni, si scontrò violentemente contro la bicicletta su cui viaggiava la vittima, che circolava nello stesso senso di marcia. L'identità del ciclista venne accertata solo in un secondo momento, quando l'uomo venne identificato in O.C.N., nigeriano di 47 anni.

CICLISTA MORTO SUL POSTO. L'urto lo scaraventò, assieme alla due ruote, nella scarpata del canale che costeggia la strada. Lo straniero, al momento dell'impatto, non indossava alcun indumento ad alta visibilità e il velocipide non era dotato dei prescritti dispositivi di illuminazione. Le sue condizioni apparvero sin da subito gravissime e l'uomo spirò sul posto.

UBRIACO QUATTRO VOLTE IL LIMITE. Il conducente dell'auto, invece, venne accompagnato all'ospedale di Piove di Sacco per un controllo a titolo precauzionale e per gli accertamenti di rito sull'eventuale assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope. Prima di essere trasportato al pronto soccorso, l'alcoltest registrò un tasso di alcol nel sangue pari a quattro volte il limite consentito dalla legge.

DENUNCIATO PER OMICIDIO COLPOSO. Ora, stabilito che si trovava alla guida in stato di alterazione psicofisica connessa all’abuso di sostanze alcoliche, S.P. è stato denunciato perché ubriaco al volante e per il reato, previsto dal Codice penale, di omicidio colposo.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Incidente stradale ad Albignasego: distrutta la cabina del contatore, fuoriuscito del gas

    • Cronaca

      Colto da malore durante la passeggiata in villa Bettanini: muore 68enne padovano

    • Cronaca

      Trovato con dell'hashish in piazza a Padova, arrestato spacciatore di 23 anni

    • Incidenti stradali

      Auto esce di strada nell'Alta Padovana: conducente incastrato nell'abitacolo

    I più letti della settimana

    • Incidente sulla sr 308 Del Santo, semi-frontale tra un'auto e un camion: ferito l'automobilista

    • "Di padre in figlia", oltre 6 milioni di telespettatori per la seconda puntata

    • Ladri al centro commerciale Lando dalla condotta d'aria sul tetto: Trony "ripulito"

    • Alla conquista degli Stati Uniti grazie ai tramezzini: l'idea vincente di tre veneti

    • "Di padre in figlia", la fiction girata in Veneto conquista il pubblico: ascolti alle stelle

    • Morte cerebrale per Manuel Major, il giostraio colpito al volto dalla guardia giurata

    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento