Giovane dentista rischia di morire intossicata da monossido: salvata da polizia e pompieri

Una 30enne di Udine, è stata tratta in salvo e portata in ospedale dove è stata poi sottoposta a terapia iperbarica. Sono in corso indagini da parte dei vigili del fuoco

L'appartaento dove viveva la ragazza

Una dentista 30enne di Udine che da tempo vive in città, mercoledì mattina ha rischiato di morire all'interno di un appartamento di via Rudena, a Padova.

PRESE D'ARIA CHIUSE.

Il locale dove si trovava la ragazza era saturo di gas. Grazie all'intervento di vigili del fuoco e polizia la giovane è stata messa in salvo e trasferita in ospedale dai sanitari del Suem 118 dove è stata sottoposta a terapia iperbarica. I pompieri hanno verificato che la caldaia fosse a norma ma hanno rilevato un problema con le prese d'aria. Da quanto rilevato, il caldaista era stato chiamato qualche giorno prima e aveva accertato che era tutto regolare. Sono in corso indagini dei vigili del fuoco.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento