Giovane dentista rischia di morire intossicata da monossido: salvata da polizia e pompieri

Una 30enne di Udine, è stata tratta in salvo e portata in ospedale dove è stata poi sottoposta a terapia iperbarica. Sono in corso indagini da parte dei vigili del fuoco

L'appartaento dove viveva la ragazza

Una dentista 30enne di Udine che da tempo vive in città, mercoledì mattina ha rischiato di morire all'interno di un appartamento di via Rudena, a Padova.

PRESE D'ARIA CHIUSE.

Il locale dove si trovava la ragazza era saturo di gas. Grazie all'intervento di vigili del fuoco e polizia la giovane è stata messa in salvo e trasferita in ospedale dai sanitari del Suem 118 dove è stata sottoposta a terapia iperbarica. I pompieri hanno verificato che la caldaia fosse a norma ma hanno rilevato un problema con le prese d'aria. Da quanto rilevato, il caldaista era stato chiamato qualche giorno prima e aveva accertato che era tutto regolare. Sono in corso indagini dei vigili del fuoco.

Potrebbe interessarti

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Pfas, prosegue il piano di screening: quasi 52.000 persone invitate e più di 31.000 visitate

  • Consigli e suggerimenti per avere la lavastoviglie pulita e profumata

I più letti della settimana

  • Impatto fatale sul guardrail tra i monti del Trentino: muore motociclista 33enne di Rubano

  • Si schiantano su un campo dopo lo scontro in autostrada: sei feriti di cui due gravi

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Arresto cardiaco durante l'inaugurazione del "Pride Village": ricovero d'urgenza in ospedale

  • Schianto in superstrada: tre feriti, uno è grave. Sversamento di gasolio sulla carreggiata

  • Malore al Pride Village, decesso in ospedale per il 28enne colpito da arresto cardiaco

Torna su
PadovaOggi è in caricamento