Arte in corsia, Kenny Random regala 30 suoi quadri allo Iov

Il writer padovano contribuisce ad abbellire il nuovo day hospital dell'Istituto oncologico veneto. Tra colori, esplosioni di farfalle e "fantasie urbane", in sala d'attesa i pensieri si alleggeriscono, anche solo per un attimo

Quattro dei quadri esposti allo Iov (fonte: Facebook)

"Essere in sala d'attesa allo Iov di Padova e ammirare le tue opere, che trasmettono speranza, luce e colore a questo posto cupo...grazie". Sulla bacheca Facebook di Kenny Random stanno comparendo a cascata i messaggi di gratitudine nei confronti del noto writer padovano che ha donato una trentina di opere all'Istituto oncologico veneto, quadri che sono andati ad abbellire le pareti del nuovo day hospital realizzato dove fino a due anni fa c'era il vecchio reparto di psichiatria dell'Ulss 16 di Padova.

L'ARTE IN CORSIA. Le opere dell'artista 42enne, da sempre affezionato all'anonimato, sono state appese nel corridoio e nella sala d'aspetto al secondo piano del complesso Busonera. I soggetti sono quelli conosciuti al suo pubblico e disseminati anche sui muri della città, "fantasie urbane" fatte di colori, farfalle, palloncini e piccole magie che contribuiranno a distrarre, magari anche solo per un attimo, i frequentatori del reparto diurno.

Potrebbe interessarti

  • Un risultato storico: l'Università di Padova è la migliore d'Italia

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Consigli e suggerimenti per avere la lavastoviglie pulita e profumata

I più letti della settimana

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Deraglia il Tram al capolinea della Guizza: ferito l'autista, contusi i passeggeri

  • Donna rapinata sui Colli: con il marito insegue il bandito, lui li minaccia con un mattone

  • Mezzo pesante in fiamme lungo l'autostrada: A13 chiusa tra Boara e Monselice, code

  • Pannelli fotovoltaici a fuoco sul tetto dell'azienda: il fumo si vede da chilometri

  • Nuovo primario per il polo di pronto soccorso: è la padovana Roberta Volpin

Torna su
PadovaOggi è in caricamento