Laboratorio cinese vìola i sigilli e torna a lavorare coi macchinari già sequestrati

I controlli dei carabinieri con lo Spisal a Noventa Padovana hanno consentito di scoprire la ripresa dell'attività di confezioni da parte di un 59enne cinese nei locali adiacenti a quelli in cui l'attività era già stata bloccata

Foto di archivio

L'attività era ripresa a pieno ritmo, con gli stessi macchinari sottoposti a sequestro, trasferendo semplicemente il laboratorio di confezioni nell'abitazione attigua a quella in cui era già avvenuto il blitz da parte delle forze dell'ordine.

MULTA E DENUNCE. Il controllo congiunto di carabinieri e Spisal, martedì, alle 11, in via Baracca a Noventa Padovana, ha però consentito di scoprire la violazione dei sigilli e di contestare al titolare, un 59enne cinese, tutta una serie di reati e di comminargli una multa per complessivi 13mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LAVORATORI IN NERO. L'ispezione, su mandato della Procura, ha portato al ri-sequestro dei macchinari, alla scoperta di tre lavoratori senza contratto sugli otto cinesi in totale trovati al lavoro e alla contestazione di una serie di illeciti in materia di sicurezza sul posto di lavoro (assenza di estintori, impianto elettrico non a norma). Il 59enne è stato pertanto denunciato per intermediazione illecita, sfruttamento del lavoro, violazione di sigilli e sottrazione di cose sottoposte a sequestro, nonché per l'impiego di manodopera in nero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • «Faccio outing, non sono un virologo»: la "confessione" del professor Andrea Crisanti

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Pauroso incendio in un complesso residenziale: fiamme domate dai pompieri dopo ore

  • Dramma domenica mattina alle Terme: spara alla moglie e poi si uccide

  • Positivo al Covid, fugge dal reparto di malattie infettive e sparisce per tutta la notte

Torna su
PadovaOggi è in caricamento