La Lag di Due Carrare chiude, 40 lavoratori rischiano posto di lavoro

I vertici aziendali non intendono ricollocare il personale. Prosegue la protesta dei dipendenti dello stabilimento padovano. Lunedì 26 ottobre è stato indetto uno sciopero e un incontro con le autorità territoriali

L'incontro a Ravenna

Perdura lo stato di agitazione proclamato dalla sede di Due Carrare della Lag Spa. Lo stabilimento padovano conta 39 lavoratori e il Gruppo che ha acquisito la Lag dal primo gennaio scorso sembrerebbe intenzionato a chiuderlo. Contro tale decisione, è stato indetto, per lunedì, uno sciopero di quattro ore, che sarà effettuato con la modalità delle quattro ore per ogni turno. Nello stesso giorno, ci sarà un incontro dei lavoratori e delle lavoratrici con il comune di Due Carrare e gli esponenti politici del territorio, a partire dalle ore 10.30, nella sala Consigliare della Casa dei Carraresi. Hanno assicurato la loro presenza il senatore Antonio De Poli e i deputati Vanessa Camani e Gessica Rostellato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

INCONTRO AZIENDA-SINDACATI. L'esito dell'incontro, avvenuto nei giorni scorsi a Ravenna, tra la proprietà e i sindacati, ha, infatti, confermato i timori dei lavoratori: non solo i vertici aziendali intendono chiudere lo stabilimento padovano, ma non avrebbero neppure avanzato alcuna proposta di ricollocazione dei dipendenti nelle altre sedi, annunciando un investimento di 10 milioni di euro per lo stabilimento dell'Emilia Romagna, precisando però che i livelli di automazione della nuova linea saranno tali da non necessitare di un solo lavoratore in più rispetto agli attuali. Fanno eccezione 4 impiegati attualmente in servizio a Due Carrare che potranno essere utilizzati nel settore Marketing e ai quali verrà probabilmente proposto un trasferimento a Genova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Dramma domenica mattina alle Terme: spara alla moglie e poi si uccide

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento