Larve nello spiedino acquistato al mercato: i Nas in gastronomia

La denuncia di un cliente che, una volta rincasato, ha fatto la disgustosa scoperta. I militari hanno ispezionato l'azienda padovana produttrice di San Martino di Lupari dove hanno sequestrato 200 chili di carne

Spiedini alle larve. Non è la ricetta importata di un piatto tipico della cucina orientale nella quale insetti ed altri animali considerati "disgustosi" per i palati occidentali più "ottusi" trovano invece largo impiego. Si tratta della choccante scoperta di un cliente al rientro a casa dalla spesa al mercato di Eraclea.

UN ANNO FA: PORCINI BULGARI INVASI DALLE LARVE

LA SCOPERTA CHOC. Il cittadino si era recato a far compere martedì mattina tra i banchi della località veneziana, tra cui allo stand della Gastronomia Veneta - con sede a San Martino di Lupari nel Padovano - dove ha acquistato degli spiedini di carne già cotti. Una volta rincasato per pranzo, si è accorto che uno di questi era invaso dalle larve.

L'ISPEZIONE DEI NAS. Sporta denuncia ai carabinieri, i Nas di Padova venerdì hanno fatto visita alla gastronomia di via dei Fiori, dove era stato prodotto il "corpo del reato". A seguito dell'ispezione, sono stati sequestrati 200 chili di carne, caratterizzati, secondo gli agenti, da una "tracciabilità non idonea". Il titolare della ditta ha però spiegato che il prodotto requisito era carne per uso personale, che per motivi di spazio sarebbe stata conservata nel frigorifero aziendale. Fatto vietato dalla normativa italiana. Con ogni probabilità arriverà pertanto una multa all'azienda.

"BASTA UNA MOSCA". I commercianti allontanano però l'accusa di vendere prodotto scadente: "Sono 30 anni che siamo sul mercato e nessuno si è mai lamentato - afferma il titolare - Se la gente acquista la carne e poi gira al mercato per ore con queste temperature non se la può prendere con noi se si formano le larve. Basta una mosca e arrivano anche le larve". In base ai risultati degli accertamenti di laboratorio, sarà l'Ulss 15 a decidere se comminare sanzioni più pesanti. Ad ora, in ogni caso, non sarebbero stati riscontrati casi di cattivo stato di conservazione di alimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

  • Si getta sui binari alla stazione di Padova: treni in tilt all'alba di lunedì

  • Morte cerebrale per Anna, la quattordicenne colpita da arresto cardiaco a scuola

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

Torna su
PadovaOggi è in caricamento