L'Arcella si rifà il look: al via la riqualificazione totale dell'illuminazione pubblica

Presentato il progetto, che vedrà la sostituzione di tutti i circa 3mila punti luce di vecchia generazione con nuovi apparecchi a led, dotati di telecontrollo e telegestione

L'Arcella si fa bella. È stato presentato il progetto di riqualificazione dell’illuminazione pubblica della zona, che vedrà la sostituzione di tutti i circa 3mila punti luce di vecchia generazione con nuovi apparecchi a led, dotati di telecontrollo e telegestione. Il progetto permetterà di abbattere i consumi energetici di oltre il 62%. Lavori al via a marzo e conclusione entro dicembre 2019.

Nuovi punti luce a led

L’Arcella godrà di una nuova illuminazione pubblica, completamente intelligente e sostenibile. E’ stato presentato questa mattina da Comune di Padova e Hera luce, società di illuminazione pubblica controllata da AcegasApsAmga, il progetto di riqualificazione energetica dell’intera zona. L’intervento, che inizierà a marzo per concludersi a fine anno, con un investimento complessivo di circa 2,4 milioni di euro, vedrà la sostituzione dei circa 3.000 punti luce esistenti con apparecchi a led di nuova generazione. I nuovi apparecchi saranno anche dotati di una particolare tecnologia, di telecontrollo e telegestione, che porterà numerosi benefici, tra cui la garanzia del presidio di ogni punto luce e l’attivazione immediata dei servizi di supporto e manutenzione in caso di anomalia.

Più sicurezza

La nuova illuminazione rientra nel più ampio progetto di riqualificazione e presidio dell’Arcella messo a punto dal Comune e di cui AcegasApsAmga ed Hera luce sono importanti partner operativi. Le nuove luci, infatti, oltre a migliorare l’arredo urbano, consentiranno di migliorare la visibilità, dunque sicurezza e fruibilità di numerose aree del quartiere.

Impianto bonificato

Oltre ad un’illuminazione pubblica completamente nuova, il progetto comprenderà anche la bonifica del sistema impiantistico, con la dismissione di due cabine di media tensione e la trasformazione dei relativi impianti di illuminazione pubblica in impianti in derivazione. Per questo intervento, verranno eseguiti oltre 5.000 metri di scavi e posati i relativi nuovi cavidotti. Inoltre, saranno stese nuove linee per circa 20 km, installati 3 nuovi quadri di alimentazione, posati quasi 300 nuovi sostegni e collegati oltre 180 nuovi punti luce.

Le vie coinvolte

I lavori di scavo e posa cavidotti interesseranno la zona nella quale l’attuale impianto in esercizio è più datato ed in particolare le vie: Tiziano Vecellio, Cardinal Callegari, Benedetti (nell’ultimo tratto verso via Plebiscito), Durer, Altichieri da Zevio, Beata Elena Enselmini, Viotti, Pierobon, Caratti, Niccolò Macchiavelli, Cattaro e Buccari.

Risparmio economico ed energetico

Il progetto di riqualificazione consentirà importanti benefici sul piano economico ed energetico. Su base annua, i consumi energetici si ridurranno dagli attuali 1.401.223 kWh/anno ai 527.610 kWh/anno, con un risparmio atteso di oltre 62% pari a circa 163,4 tep/anno, equivalenti alla mancata emissione in atmosfera di 352 tonnellate di anidride carbonica ogni anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Viabilità

L’area dell’Arcella godrà di un complessivo miglioramento dell’illuminazione delle sedi stradali, sia in termini di luminanza che di uniformità e comfort visivo, con una migliore percezione dei colori. I nuovi corpi illuminanti saranno cut-off, ovvero consentiranno di orientare la luce emessa verso la strada, nel rispetto della legislazione regionale in materia di inquinamento luminoso. I lavori di riqualificazione inoltre porteranno sia ad un miglioramento della qualità dell’arredo urbano attraverso l’eliminazione dei pali obsoleti, ma anche ad un impatto positivo sulla sicurezza grazie alla migliore qualità di illuminazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • Mascherine Grafica Veneta, da mercoledì 24 la distribuzione in 41 supermercati di Padova

  • «Chiudiamo i distributori a partire da mercoledì 25»: l'annuncio dei benzinai

  • «70mila mascherine distribuite gratis in farmacia da martedì 24»: ecco come ritirarle

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: altri tre decessi nel Padovano

Torna su
PadovaOggi è in caricamento