Ordinanza kebab, deroga alla libreria Limerick Bitonci: "Con il cinema è un polo culturale"

Il "coprifuoco" alle 20 non interesserà l'esercizio di via Aspetti. Il sindaco: "La libreria, con il vicino cinema, costituisce infatti un polo culturale importante per il quartiere"

Niente "coprifuoco" per la libreria Limerick di via Tiziano Aspetti. Lo ha deciso il sindaco di Padova Massimo Bitonci, che le ha concesso una deroga ad hoc, permettendo all'attività di non rientrare nel novero degli esercizi soggetti alla nuova ordinanza - cosiddetta anti kebab - firmata lo scorso primo settembre, che fissa l'orario massimo di apertura tra le 6 e le 20.  

"CON IL CINEMA, COSTITUISCE POLO CULTURALE". "Lunedì scorso - ha dichiarato il primo cittadino - funzionari della polizia locale, rispondendo alla richiesta delle titolari della libreria Limerick, si erano recati presso la stessa, per verificare la situazione. Dopo un successivo incontro, gli stessi funzionari hanno suggerito alle titolari di richiedere una deroga all'ordinanza vigente in quell'area. La libreria, con il vicino cinema, costituisce infatti un polo culturale importante per il quartiere. Per questo la deroga all'ordinanza cosiddetta anti kebab è stata concessa".

LA LIBRAIA PUNTUALIZZA. "Il coprifuoco non è annullato, è semplicemente esteso - puntualizza Marta Bracciale, co-titolare della libreria - fino alle 21 da lunedì al venerdì (che è comunque meno di quanto possa stare aperta una sala scommesse) e nei weekend fino alle 22.30. Se prevediamo di superare questi limiti, dobbiamo avvisare la polizia municipale. Non dobbiamo creare aggregazione esterna che comprometta la vivibilità del territorio, pena la revoca della deroga, e non abbiamo contattato noi i vigili, ci hanno chiesto loro un incontro per fare un sopralluogo, capire le nostre necessità, e informarci sulla possibilità di richiesta di deroga".

ESTESA L'AREA DEL "COPRIFUOCO". La nuova ordinanza ha di fatto esteso l'area nella quale era già in vigore l'obbligo di chiusura alle 20. Il provvedimento insiste sul comparto della stazione ferroviaria: via Eremitano, viale Codalunga (nel tratto da piazzale Stazione a via Trieste), via Trieste (nel tratto da viale Codalunga a via Valeri), via Valeri, piazzale Stazione (escluso l’interno della stazione ferroviaria). La misura interesserà, inoltre, Borgomagno, prima Arcella e Codalunga, nelle vie e località di seguito elencate, comprese le laterali su entrambi i lati: cavalcaferrovia Borgomagno, vicolo Aspetti, via Aspetti (nel tratto compreso tra la base del cavalcaferrovia e l’intersezione con viale Arcella e via Tiziano Minio), via Annibale da Bassano (nel tratto compreso tra il suo inizio e via Gennari), via Avanzo (nel tratto compreso tra il suo inizio e via Fasolato).

Potrebbe interessarti

  • La Notte dei Colori, feste in piazza e sui colli, lirica e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • 10mila veneti colpiti da Linfedema. Sinigaglia: «Pazienti costretti ad andare all'estero per farsi curare»

  • «Ecco perché perdiamo forza durante l’invecchiamento»: la ricerca congiunta Vimm-Università

  • Veicoli storici: riduzione del 50% dell'imposta per i mezzi registrati fino al 2 marzo 2019

I più letti della settimana

  • Violento acquazzone nel Padovano: forte vento e grandine, alberi sradicati e strade allagate

  • Domenica di sangue: schianto tra due auto sull'argine a Codevigo, morto un 43enne

  • Tragico frontale sulla regionale 308: muore un parroco di 82 anni

  • Tragico schianto in moto alle Canarie: muore Andrea "Pizzi" Mazzin, 35enne padovano

  • Tragedia al maneggio, ucciso dal cavallo imbizzarrito. Il dramma ripreso da un collega

  • Devastante rogo in un'azienda: collassati due capannoni, morti 100mila tra polli e galline

Torna su
PadovaOggi è in caricamento