Liviano occupato, #lottotuttalanotte contro il sessismo e le discriminazioni

Disc e Spam occupano la sede delle facoltà umanistiche di piazza Capitaniato per ribadire il rifiuto di ogni forma di sessismo e razzimo in occasione della Festa della donna

Photo credits ©CollettivoSPAM pagina Facebook

Il palazzo Liviano è stato occupato mercoledì notte per la serata #lottotuttalanotte promossa da Collettivo Spam e Disc Padova. Grande assente Non Una di Meno.

Gli organizzatori

I due collettivi Spam e Disc hanno organizzato un'occupazione del palazzo di piazza Capitaniato per protestare contro ogni discriminazione sessista e razzista in occasione della Festa della donna, recuperando quella che a Padova è diventata ormai una tradizione nella giornata dell'otto marzo.

L'evento

La serata “Orgasmatòn”, giocata tutta sul tema provocatorio, prevedeva una serie di iniziative tra workshop e dj set che hanno richiamato dentro e fuori l'edificio, sede delle facoltà umanistiche dell'ateneo patavino e storica base delle proteste studentesche, decine di persone che hanno gremito la piazza.

Contro ogni discriminazione

L'occupazione è nata per prendere posizione contro ogni idea sessista e discriminatoria e contro ogni forma di razzismo, fascismo e machismo, come si legge sulla pagina Facebook dell'evento: “Una nottata in cui abbattere tabù e norme dell'immaginario collettivo, in cui riprenderci diritti e rielaborare la forma di donne e uomini liberi dai limiti del senso comune. Un momento di festa in cui ribadire anche coi nostri corpi la nostra ferma opposizione a ogni forma di razzismo, fascismo e machismo”.

Le proteste

Attorno alle 11 dal terrazzino sopra l'ingresso è stato esposto uno striscione a firma dei due gruppi organizzatori. E un certo scalpore lo hanno destato anche i diversi cartelloni esposti all'interno dell'atrio, sulla statua di Tito Livio. In particolare quello dedicato a un dettagliato resoconto sulle “calorie del sesso” ha destato qualche polemica sui social per una eco maschilista che in un passaggio ironizza sulle maggiori calorie bruciate nello “spogliarla/o senza il suo consenso”. Una gaffe che non è passata inosservata, ritenuta fuori luogo viste le premesse alla base della manifestazione. Alle 12.30 di giovedì l'immagine postata dall'organizzazione, che ritraeva i cartelloni affissi la sera prima, è stata rimossa dalla pagina social.

©Disc - Padova-2

Non Una di Meno

Assente illustre il movimento Non Una di Meno, protagonista e organizzatore dell'occupazione dello scorso anno e di numerose altre iniziative sul territorio in collaborazione con il Centro Antiviolenza, che quest'anno non ha partecipato all'evento al Liviano ma che scenderà in piazza stasera alle 18 per la marcia di Sciopero Globale delle Donne con lo slogan #wetoogether, con partenza dal Liston.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Tragedia sui Colli: ciclista si scontra con un furgone, morto un 55enne

  • Smantellato giro di prostituzione e casa di appuntamenti in un residence della Guizza

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere nel parcheggio: fu arrestato per le spaccate, stroncato dalla droga

Torna su
PadovaOggi è in caricamento