venerdì, 28 novembre 9℃

Maltempo, allagamenti nell'Alta Padovana: in arrivo la piena

La pioggia incessante delle ultime ore sta mettendo in seria difficoltà la rete locale dei canali con scuole, aziende agricole e stalle isolate, campi e strade allagate nella zona nord della provincia. A Este detriti su alcune strade interne. Allerta massima per la piena del fiume Bacchiglione, in arrivo da Vicenza

Redazione 16 maggio 2013

Da ore la pioggia sta cadendo incessantemente su Padova e provincia e i primi "guai" non si sono fatti attendere. Dalla mezzanotte scorsa le precipitazioni, dapprima deboli e sparse, si sono intensificate a partire dalle 6 di stamani, coinvolgendo la provincia di Padova con intensità anche superiori a 10 millimetri di precipitazione l'ora, riferisce il Centro della Protezione civile del Veneto.

STATO DI ALLERTA METEO

ALTA PADOVANA ALLAGATA. Nonostante i fiumi stiano ancora reggendo, i terreni non riescono più ad assorbire il quantitativo esagerato di acqua che sta sommergendo le colture. Il corso del Muson dei Sassi è sotto osservazione ma continua a crescere a vista d'occhio. La rete locale dei canali dell’Alta Padovana è già a livelli di massima e in alcuni casi si registrano i primi straripamenti a Santa Giustina in Colle, Camposampiero, San Giorgio delle Pertiche, Arsego, Borgoricco e Trebaseleghe. Risultato? Ci sono già le prime scuole (istituti Newton e Pertini, in via Puccini a Camposampiero), aziende agricole e stalle isolate, campi e strade allagate. “Questi per gli agricoltori sono danni immediati – commenta Coldiretti Veneto – che rischiano di mettere in ginocchio un settore che ancora non si è ripreso da quelli della siccità 2012”.

COLLI. Emergenza anche sui colli Euganei per i dilavamenti sui pendii: primi segnali di cedimento con detriti nelle strade interne di Este.

Annuncio promozionale

PIENA DEL BACCHIGLIONE. Per le 19.30 è stato convocato un vertice straordinario in comune a Padova sull'emergenza maltempo in attesa della piena del fiume Bacchiglione. Secondo quanto riferisce l'assessore Andrea Micalizzi, il picco massimo è previsto a Vicenza (con 6,40 metri) in serata. A Padova il passaggio della piena è quindi atteso per domani mattina. "Ho appena parlato telefonicamente con il sindaco di Vicenza Achille Variati - dichiara il vicesindaco Ivo Rossi - Il modello matematico che prevede l'andamento del livello del Bacchiglione ipotizza il livello massimo di piena in serata a Ponte degli Angeli a 6 metri e 40. Uno scenario peggiore dell'alluvione del novembre 2010. Da Padova inviamo a Vicenza 5 pompe ed abbiamo allertato gli uomini della protezione civile anche per un eventuale intervento in zona Paltana. Causa dell'attuale situazione le piogge che hanno colpito il nord vicentino dove nelle ultime sei ore sono caduti 120 millimetri di pioggia. Anche il Muson dei Sassi a nord di Castelfranco ha superato i due metri di livello".

Camposampiero
allagamenti
maltempo
piogge

Commenti