Maltempo, prosegue il monitoraggio dei fiumi: stato di attenzione per Bacchiglione e Brenta

Come comunicato da Arpav a partire da giovedì si avvierà una diminuzione della nuvolosità sulla nostra regione che, con fasi più alterne sulla pianura, porterà un cielo sereno o poco nuvoloso ovunque

Stato di attenzione per i livelli dei fiumi in Veneto (foto di archivio)

Fiumi del Veneto costantemente monitorati dopo i nubifragi di ieri. Ma la buona notizia è che il bel tempo è finalmente pronto a far capolino su tutta la regione.

Le previsioni del tempo

A comunicarlo è la stessa Regione Veneto, che basandosi sulle previsioni dell'Arpav afferma: "Nella prima metà della giornata di giovedì 30 maggio si avvierà una diminuzione della nuvolosità sulla nostra regione che, con fasi più alterne sulla pianura, porterà un cielo sereno o poco nuvoloso ovunque. Nel corso della giornata si registrerà anche un aumento delle temperature. Situazione che in linea di massima si confermerà anche venerdì 31 con assenza di precipitazioni".

Stato di attenzione

Salvo poi aggiungere: "Le precipitazioni delle ultime ore hanno causato un incremento dei livelli idrometrici dei fiumi Brenta, Agno–Guà, Livenza e dei corsi d’acqua della rete scolante il Laguna. Si prevede che la loro entità rimarrà sostenuta o in ulteriore lieve crescita anche nelle prossime ore. Il Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile della Regione del Veneto al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione, ha dichiarato dalle ore 14 di mercoledì 29 maggio fino alla stessa ora di giovedì 30 maggio lo stato di attenzione (criticità Gialla) per le seguenti situazioni:

Criticità idraulica:

  • Vene-B, (Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone);
  • Vene-E, (Basso Brenta-Bacchiglione);
  • Vene-F, (Basso Piave, Sile e Bacino scolante il Laguna);
  • Vene-G, (Livenza, Lemene e Tagliamento).

Criticità Idrogeologica:

  • Vene-H (Piave Pedemontano);
  • Vene-B (Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone);
  • Vene-C (Adige-Garda-Monti Lessini);
  • Vene-D (Po, Fissero-Tartaro, Canal Bianco e Basso Adige);
  • Vene-E, (Basso Brenta-Bacchiglione);
  • Vene-F, (Basso Piave, Sile e Bacino scolante il Laguna);
  • Vene-G, (Livenza, Lemene e Tagliamento).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il trattore trancia un tubo di gasolio: la perdita fa scoprire l'allacciamento abusivo

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Vintage Festival, festa dell’uva e del vino, incontri culturali e sagre: il weekend a Padova

  • Evasione fiscale: le fiamme gialle confiscano 500mila euro di beni a un imprenditore

  • Curva ad alta velocità, auto sbanda e si rovescia di prima mattina: ferita una donna

  • Auto esce di strada dopo essersi cappottata più volte: tre feriti, uno è grave

Torna su
PadovaOggi è in caricamento