Maltempo in arrivo, previsti rovesci intensi e abbondanti quantitativi di pioggia: l'aggiornamento Arpav

Diramato l'avviso meteo: "Venerdì instabilità con rovesci e temporali sparsi, localmente intensi. Tra sabato e le ore centrali di domenica precipitazioni più diffuse, anche con rovesci e temporali localmente forti, e quantitativi di pioggia anche abbondanti"

"Venerdì instabilità con rovesci e temporali sparsi, localmente intensi (forti rovesci, grandinate, forti raffiche di vento). Tra sabato e le ore centrali di domenica precipitazioni più diffuse, anche con rovesci e temporali localmente forti, e quantitativi di pioggia anche abbondanti. Venti forti su rilievi e costa tra sabato sera e domenica mattina". L'aggiornamento diramato dall'Arpav nel primo pomeriggio di venerdì 24 agosto non lascia spazio a dubbi: il maltempo è davvero in arrivo, e sarà un'ondata intensa.

Le previsioni odierne

Questo il quadro generale: "Si avvicina una perturbazione di origine nord-atlantica, con aria fresca e umida; sulla nostra regione sono previste fasi di precipitazioni anche consistenti nel fine settimana, con parecchi rovesci e temporali, accompagnate da un deciso calo termico fino a valori ben sotto la norma; in seguito una rimonta anticiclonica da sud-ovest farà tornare ampi spazi di sereno, con ripresa delle temperature a partire dai valori diurni". A cui fanno seguito le previsioni per il pomeriggio e la sera di venerdì 24, sempre a cura dell'Arpav: "Tempo nel complesso variabile, con spazi di sereno inizialmente anche ampi in pianura, instabilità e crescenti addensamenti nuvolosi a partire dalle zone montane e pedemontane; rovesci e temporali da locali a sparsi, con probabilità in aumento dapprima in montagna, infine anche altrove; temperature in contenuto calo rispetto ai giorni precedenti.

Le previsioni per sabato 25 agosto

"Cielo in prevalenza molto nuvoloso, salvo qualche spazio di sereno più probabile nella prima parte della giornata. Precipitazioni: probabilità alta (75-100%) di fenomeni anche a carattere di rovescio o temporale specie su Prealpi e pianura, frequenti e comunque più diffusi verso sera. Temperature: in calo, anche molto sensibile specie riguardo alle massime sull'entroterra pianeggiante; minime raggiunte perlopiù a tarda sera. Venti. In quota, prevalentemente moderati da sud-ovest; nelle valli e sull'entroterra pianeggiante deboli o a tratti moderati, dapprima di direzione variabile e poi in prevalenza nord-orientali; su costa e zone adiacenti da moderati a tesi, da nord-est".

Le previsioni per domenica 26 agosto

"Cielo inizialmente da molto nuvoloso a nuvoloso, poi parzialmente nuvoloso con significativi spazi di sereno soprattutto a fine giornata.
Precipitazioni: fino al mattino probabilità alta (75-100%) di fenomeni sparsi o a tratti anche diffusi, anche a carattere di rovescio o temporale, con un limite delle nevicate che sulle Dolomiti scenderà fino a quote localmente un po' sotto i 2000 m; la probabilità dal pomeriggio diminuirà, fino a risultare nulla o molto bassa (0-5%) a partire dalle zone centro-settentrionali e più generalmente verso sera.
Temperature: in diminuzione, localmente anche sensibile, con minime raggiunte alla sera".

L'allerta della Protezione Civile

Anche la Protezione Civile in allerta: "In riferimento alla situazione meteorologica attesa sul territorio regionale, come da Avviso di condizioni meteo avverse emesso oggi, il Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del Sistema di Protezione Civile, ha dichiarato dalle ore 8 di domani, sabato 25 agosto, alle ore 16 di domenica 26 agosto, per possibili situazioni di criticità idrogeologica dovute a forti temporali, lo stato di preallarme (da riconfigurare, a livello locale, in fase di allarme, a seconda dell’intensità dei fenomeni) nei seguenti bacini:

VENE-A (Belluno) – Alto Piave; 

VENE-H (Belluno e Treviso) – Piave Pedemontano; 

VENE-B (Vicenza, Belluno, Treviso, Verona) – Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; 

VENE-C (Verona) – Adige-Garda e Monti Lessini;

Lo stato di attenzione (da riconfigurare, a livello locale, in fase di preallarme/allarme, a seconda dell’intensità dei fenomeni) nei seguenti bacini:

VENE-D (Rovigo e Verona) – Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige;

VENE-E (PD-VI-VR-VE-TV) – Basso Brenta-Bacchiglione; 

VENE-F (Venezia, Treviso, Padova)– Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna; 

VENE-G (Venezia e Treviso) – Livenza, Lemene e Tagliamento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento