Folle scenata per vedere il figlioletto: distrugge a martellate il suv della ex

Uno scatto d'ira violentissimo, al culmine dell'ennesima lite familiare, ha portato all'arresto di un uomo. La donna, terrorizzata, è scappata di casa rifugiandosi in un negozio

L'interno dell'auto ricoperto di schegge di vetro

Un 38enne (le cui generalità non vengono divulgate per salvaguardare la privacy delle vittime ndr) è finito in arresto dopo essersi scagliato contro la ex compagna e averne distrutto l'automobile. La violenta lite sarebbe esplosa per la custodia del figlio della coppia.

Anni difficili

La storia d'amore tra l'uomo di origine romena e quella che un tempo è stata la sua fidanzata, connazionale di 30 anni, è finita da tempo. Nonostante i dissapori i due si sono tenuti in contatto per il bene del bambino nato da quell'unione, ma negli ultimi tre anni la situazione è precipitata. I rapporti si sono fatti tesi, l'atteggiamento dell'uomo sempre più scontroso. Le litigate erano ormai all'ordine del giorno, le visite del padre l'occasione perfetta per scagliare la sua rabbia addosso alla ex.

Scempio dell'auto

Dopo aver convissuto in un appartamento di Limena dove sono rimasti la donna e il bimbo, il 38enne si è trasferito a Vicenza. Tornava però frequentemente nel padovano per incontrare il bambino. É successo anche martedì pomeriggio, ma sono bastati pochi minuti perché perdesse il controllo. Inveendo e insultando la 30enne, accecato dalla rabbia, è uscito all'esterno e ha letteralmente distrutto il suo suv Bmw X3. Brandendo un pesante martello ha mandato pezzi tutti i finestrini e i fanali.

L'arresto

Una violenza inaudta che ha sconvolto la ex fidanzata, corsa a ripararsi in un vicino negozio con il terrore che l'uomo potesse alazare le mani contro di lei o sul figlioletto. Fortunatamente il pestaggio non si è consumato, ma la donna ha chiesto l'intervento dei carabinieri che, davanti alle inequivocabili prove rappresentate dall'auto distrutta, hanno arrestato il 38enne accusato di maltrattamento e danneggiamento.

Schiaffi alla fidanzata

Nella notte un episodio analogo ha portato alla denuncia di un 29enne di origine filippina, che nella sua abitazione di Padova ha colpito con diversi schiaffi al volto e alla testa la convivente italiana di un anno più giovane. La coppia è stata protagonista di un furibondo litigio per motivi sentimentali e, dopo essere stata aggredita, la ragazza ha chiesto l'aiuto dei carabinieri. Intervenuti poco dopo la mezzanotte hanno appurato che la donna, anche se fortemente scossa, non aveva necessità di essere curata all'ospedale. L'uomo deve ora rispondere di maltrattamenti.

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Tumori, scoperto il meccanismo per il controllo della proliferazione cellulare

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Infarto e ictus, team di ricercatori padovani trova la "porta" che diminuisce i danni al cuore

I più letti della settimana

  • Terribile frontale auto-moto, gamba amputata per i due centauri padovani: sono in pericolo di vita

  • Decide di farla finita lanciandosi dal terzo piano di un hotel del centro: tragico suicidio a Padova

  • Fermata e soccorsa mentre corre nuda in centro a Padova: «Sono sonnambula»

  • Drammatico incidente stradale nella Bassa: 36enne muore in ospedale per le gravi lesioni subite

  • Pedone falciato da un'auto all'altezza del cantiere: due i feriti

  • Ragazza padovana discriminata in spiaggia: denunciato l'ex gestore di Punta Canna

Torna su
PadovaOggi è in caricamento