Vigonza, un 50enne tenta di portare a casa due adolescenti con una scusa: deunciato

L'uomo si è finto amico della madre. Le due stavano passeggiando con il cane alle 10 di mattina

Due sorelle adolescenti sono state adescate da un maniaco a Vigonza, alle 10 di mattina, mentre portavano a passeggio il cane lungo le strade del quartiere, a pochi metri da casa. Come riporta "Il mattino di Padova", l'uomo avrebbe tentato di portarle a casa con una scusa. Dopo averle avvicinate a bordo della sua auto, si è finto amico della madre spiegando alle ragazzine che la donna era rimasta vittima di un incidente e che lui aveva il compito di tenerle con sé fino al ritorno della madre dall'ospedale.

LA REAZIONE. Le due, spaventate, si sono insospettite e sono fuggite chiedendo aiuto ad un passante. Ma non è bastato: una volta incamminate verso casa le ragazzine si sono accorte che l'uomo le stava ancora seguendo. Così si sono avvicinate ad un'altra signora che le ha portate al supermercato per far si che l'uomo non scoprisse dove abitavano. A quel punto le due sono state raggiunte dal padre. E' stata sporta denuncia e pare che l'uomo, sulla cinquantina, sia una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine per episodi di esibizionismo.

Potrebbe interessarti

  • Un risultato storico: l'Università di Padova è la migliore d'Italia

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Consigli e suggerimenti per avere la lavastoviglie pulita e profumata

I più letti della settimana

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Deraglia il Tram al capolinea della Guizza: ferito l'autista, contusi i passeggeri

  • Donna rapinata sui Colli: con il marito insegue il bandito, lui li minaccia con un mattone

  • Mezzo pesante in fiamme lungo l'autostrada: A13 chiusa tra Boara e Monselice, code

  • Pannelli fotovoltaici a fuoco sul tetto dell'azienda: il fumo si vede da chilometri

  • Nuovo primario per il polo di pronto soccorso: è la padovana Roberta Volpin

Torna su
PadovaOggi è in caricamento