Blitz in azienda, quasi metà degli operai sono irregolari. Pesanti sanzioni in arrivo

La scoperta è stata nel corso di una verifica dei carabinieri e dell'Ispettorato del lavoro in una ditta tessile della Bassa Padovana. Sei lavoratori non erano in regola

I carabinieri davanti alla sede della ditta

Su quattordici operai, tutti di origine straniera, sei non avevano un regolare contratto. Questo è quanto appurato nel corso dell'ispezione effettuata martedì all'interno di un'azienda che confeziona prodotti tessili a Piacenza d'Adige.

Le verifiche

La ditta, gestita da un 40enne cinese, ha ricevuto la visita dei carabinieri e dei rappresentanti dell'Ispettorato del lavoro per verificare le norme contrattuali e le condizioni di sicurezza, oltre al corretto adempimento degli obblighi fiscali. Nel capannone di via della Francesca adibito a stireria sono stati trovati quattordici operai cinesi. Controllando i documenti, si è scoperto che sei di loro risultavano irregolari e privi di contratto di lavoro, pertanto non avrebbero dovuto prestare la loro manodopera. In attesa di ulteriori accertamenti, l'attività è stata sospesa e il titolare potrà vedersi recapitare pesanti sanzioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

Torna su
PadovaOggi è in caricamento