Si era sparato un colpo di pistola alla testa, dopo giorni di agonia la morte

Il consigliere comunale di Camisano Vicentino non ce l'ha fatta. Mercoledì aveva tentato il suicidio all'interno del cimitero di Bevadoro, a Campodoro. Venerdì il decesso all'ospedale di Padova dove era ricoverato. Lascia la moglie e due figlie

Il cimitero di Bevadoro, a Campodoro

Da mercoledì era ricoverato all'ospedale di Padova e lottava tra la vita e la morte ma nel pomeriggio di venerdì è venuto a mancare.

MORTO. Massimo Polato, consigliere comunale di Camisano Vicentino, 44enne, si era sparato un colpo di pistola alla testa, all'interno del cimitero di Bevadoro, a Campodoro. L'uomo lascia moglie e due figlie. Sono ancora ignoti i motivi che l'hanno portato al gesto estremo.

Potrebbe interessarti

  • Tre concorsi pubblici per 100 nuove assunzioni: ecco come iscriversi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Pfas, prosegue il piano di screening: quasi 52.000 persone invitate e più di 31.000 visitate

  • Consigli e suggerimenti per avere la lavastoviglie pulita e profumata

I più letti della settimana

  • Impatto fatale sul guardrail tra i monti del Trentino: muore motociclista 33enne di Rubano

  • Si schiantano su un campo dopo lo scontro in autostrada: sei feriti di cui due gravi

  • Frontale tra due auto, una finisce nel fosso. Due feriti, donna elitrasportata

  • Schianto in superstrada: tre feriti, uno è grave. Sversamento di gasolio sulla carreggiata

  • Arresto cardiaco durante l'inaugurazione del "Pride Village": ricovero d'urgenza in ospedale

  • Malore al Pride Village, decesso in ospedale per il 28enne colpito da arresto cardiaco

Torna su
PadovaOggi è in caricamento