Il Bacchiglione restituisce un corpo: è la mamma di Bovolenta scomparsa lunedì

Il cadavere della cinquantenne Roberta Girotto è stato recuperato giovedì lungo l'argine a poca distanza dal paese da cui si era allontanata tre giorni prima

Il recupero della salma lungo il Bacchiglione

Si è conclusa con il ritrovamento del cadavere la scomparsa di Roberta Girotto, 50enne madre di tre figli sparita nel nulla la mattina di lunedì dalla sua abitazione di via Drigo a Bovolenta.

Il recupero

Il tragico ritrovamento è avvenuto nel primo pomeriggio di giovedì in via Argine Sinistro nelle acque del fiume Bacchiglione. Sul posto i carabinieri della compagnia di Piove di Sacco con gli uomini della protezione civile e personale dei vigili del fuoco che, avvistata la salma, l'hanno riportata a riva e ricomposta avvertendo l'autorità giudiziaria. Avvenuto il riconoscimento, il corpo è stato messo a disposizione dei familiari. La pista investigativa privilegiata è quella del gesto estremo.

La scomparsa

Roberta Girotto si era allontanata da casa alle 8 del 20 gennaio, dopo essere stata a cena con amici la sera precedente. Alcune telecamere l'avevano ripresa circa venti minuti più tardi in via Verdi e via Risorgimento, poi per tre giorni di lei non si sono avute notizie fino al tragico epilogo odierno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: secondo paziente dimesso, 12 casi tra Limena, Curtarolo e San Giorgio in Bosco

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento