Mondo imprenditoriale e sportivo in lutto: è scomparso Marino Puggina

Fondatore del consorzio Despar Italia ed ex presidente del Calcio Padova, il Commendatore è mancato nella notte tra venerdì 22 e sabato 23 maggio: avrebbe compiuto 100 anni a dicembre

Marino Puggina con gli ex biancoscudati Claudio Ottoni e Damiano Longhi

Una triste notizia colpisce il mondo imprenditoriale e sportivo: è scomparso nella notte tra venerdì 22 e sabato 23 maggio il Commendatore Marino Puggina.

Il ricordo di Sergio Giordani

Fondatore del consorzio Despar Italia ed ex presidente del Calcio Padova (che riuscì a riportare in serie A nel 1994), Marino Puggina avrebbe compiuto 100 anni a dicembre. Questo il commosso ricordo di Sergio Giordani, sindaco di Padova, che con lui condivise le avventure imprenditoriali e sportive: «Ho lavorato per 40 anni insieme a lui, mi ha arricchito di esperienza, di professionalità e di umanità. È una triste giornata per tutta Padova, abbiamo perso una grande persona».

Calcio Padova

Questo, invece, il ricordo di Daniele Boscolo Meneguolo, attuale presidente del Calcio Padova: «Siamo tutti indissolubilmente legati a quella stagione, verso la metà degli anni novanta, quando il Padova ha prima a lungo sognato e poi conquistato la serie A. Quei successi, quelle grandi emozioni, recano impresso il marchio di Marino Puggina. Per questo e per tutto quello che ha saputo dare a Padova come imprenditore, gli saremo per sempre debitori».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ascom Padova

Questo il ricordo di Patrizio Bertin, presidente di Ascom Confcommercio Padova: «Marino Puggina è stato un punto di riferimento ed un innovatore per il commercio e per lo sport padovano. Puggina negli anni ’90 seppe muoversi sul solco che altri grandi imprenditori del comparto commerciale e dell’Ascom avevano tracciato negli anni del dopoguerra (Bruno Pollazzi, Marino Boldrin) riportando il Padova in quella serie A che, prima da solo e poi con Sergio Giordani, ha ridato alla città del Santo il calcio di vertice. Con la scomparsa di Marino Puggina cala il sipario su una stagione che, sia per il commercio che per il calcio, non ha più le caratteristiche di quegli anni, ma ne ricorda gli slanci innovativi e, naturalmente, i successi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

Torna su
PadovaOggi è in caricamento