Raccolta porta a porta a Mortise e Lazzaro: gli infopoint sono attivi fino a fine mese

Presso i punti informativi, allestiti nelle zone di maggior frequentazione delle zone interessate dalla novità, i cittadini troveranno operatori disponibili a fornire informazioni utili a chiarire eventuali dubbi sul servizio

Dopo la partenza, lo scorso 1 ottobre, del servizio di raccolta rifiuti porta a porta nelle zone padovane di Mortise e San Lazzaro, nei due territori, fino a fine ottobre, rimarranno attivi gli infopoint. Presso i punti informativi, allestiti nelle zone di maggior frequentazione delle zone interessate dalla novità, i cittadini troveranno operatori disponibili a fornire informazioni utili a chiarire eventuali dubbi sul servizio ed intercettare problematiche residue.

Gli appuntamenti

  • 06/10, ore 15-18, Centro commerciale “La Corte”, via R .Bajardi, 5;

  • 12/10, ore 9-12, Mercato, via R. Bajardi;

  • 21/10, ore 9.30-12.30, Chiesa San Lazzaro, via S. Marco, 1;

  • 26/10, ore 9-12, Mercato, via R. Bajardi.

Più di 95mila cittadini serviti con il porta a porta

I cittadini di Mortise e San Lazzaro coinvolti con la raccolta rifiuti porta a porta sono oltre 8.300. L’area interessata dal nuovo servizio va a chiudere l’anello di raccolta porta a porta progressivamente costruito attorno al centro città, che arriverà così a servire oltre 95mila padovani (si veda a proposito la mappa di dettaglio in allegato).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Raccolta differenziata in qualità e quantità

L’obiettivo dell’estensione della raccolta porta a porta è duplice. Da un lato incrementare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata in città, attualmente attorno al 55%. In secondo luogo migliorare la qualità di tale raccolta. Infatti, la prossimità garantita dal porta a porta induce generalmente il cittadino a una maggiore attenzione rispetto alle tipologie di rifiuti introdotti nei diversi contenitori, limitando sensibilmente gli errori nei conferimenti. Si tratta di un impegno che AcegasApsAmga cerca di valorizzare il più possibile, dal momento che a Padova la percentuale di rifiuto raccolto effettivamente destinata a recupero è pari al 94,6%, come rendicontato in dettaglio nel rapporto annuale “Sulle tracce dei rifiuti”, pubblicato a dicembre 2017.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Gli cade addosso la fresatrice mentre la carica con un muletto: muore imprenditore

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi che tornano a salire

Torna su
PadovaOggi è in caricamento