Il “Night Bus”? Promosso a pieni voti: l'abbiamo provato per voi

È ufficialmente partito il nuovo servizio serale e notturno di autobus a chiamata: la recensione del “battesimo del fuoco”

Uno dei "Night Bus" in funzione a Padova

Tanto geniale quanto perfettibile. Ma il “battesimo del fuoco” è stato brillantemente superato: PadovaOggi ha provato per voi (rigorosamente in incognito) “Night Bus”, il nuovo servizio fornito da Busitalia Veneto in collaborazione col Comune di Padova e l’Università degli Studi di Padova. E questo è il resoconto.

Night Bus

Sabato 19 gennaio, ore 19.45: Gabriele (nome fittizio, ma non troppo) capisce che l’aperitivo “fidati che beviamo una cosa e poi scappiamo” si è trasformato nell’aperitivo “lungo che più lungo non si può”. C’è un problema, però. E non è necessariamente legato alla scelta tra Aperol e Campari per lo spritz: Gabriele è a piedi, e non sa come tornare a casa. O meglio, ci sono quattro alternative stile “Chi vuol essere milionario?”: camminando, col taxi, tramite un amico misericordioso o grazie al nuovo servizio “Night Bus”. Gabriele sceglie la risposta D, e la accende. Anzi, la prenota. E in pochissimi passi: basta scaricare l’omonima app, registrarsi e indicare punto di partenza e di arrivo (basate sulle fermate degli autobus giornalieri all’interno del territorio comunale di Padova). Pochi secondi, ed ecco la conferma: la navetta arriverà alla fermata desiderata all’orario stabilito. Non resta che andarsi a mangiare una pizza e bere il bicchiere della staffa prima di recarsi all’”appuntamento”. L’app, però, a pochi minuti dall’”ora X” avvisa Gabriele di un lieve contrattempo (peraltro preventivabile, essendo anche il primo giorno di attività): il minibus è in ritardo di un quarto d'ora. Non resta che seguire in tempo reale il suo percorso grazie al “live tracking” presente sull’app, fino al suo effettivo arrivo: è tanto nuovo quanto vuoto. L’autista, gentilissimo, ci spiega il motivo: ha appena scaricato molti “fruitori”, in gran parte fan di Calcutta reduci dal suo concerto in Fiera. In piazza delle Erbe salgono due studentesse, a dir poco soddisfatte della nuova iniziativa. Dopo un quarto d’ora il viaggio si conclude. Ed è quindi giunto il momento della valutazione finale.

Night Bus interno-2

(Con tanto di vista privilegiata sul pieno centro storico di Padova)

Servizio promosso

Se siete ancora scettici, ricredetevi: il “Night Bus” è promosso a pieni voti. Perché al piccolo neo della puntualità della corsa da noi testata fanno da contraltare molti punti a favore. A partire dal rapporto qualità-prezzo: pagare un euro e 50 centesimi per una corsa serale/notturna in un mezzo di trasporto comodo e guidato da un autista “certificato” da Busitalia è l’investimento migliore che si possa fare. Che siate studenti o meno. Provatelo anche voi, non ve ne pentirete...

Night Bus biglietto-2

(Per certificare che eravamo talmente in incognito da aver regolarmente pagato il biglietto...)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

  • Si getta sui binari alla stazione di Padova: treni in tilt all'alba di lunedì

  • Morte cerebrale per Anna, la quattordicenne colpita da arresto cardiaco a scuola

  • Coronavirus, massima allerta in Veneto. Zaia «Pronti a misure drastiche»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento