Parla il legale della famiglia Tindaci

«Il professor De Leo - spiega l’avvocato della famiglia Tindaci - insinua che l’iniziativa  di denunciare la polizia stradale per la perdita o sottrazione delle fotografie sia strumentale per la causa civile nella quale, a suo modo di vedere, ci sentiremmo deboli. Io devo contestare assolutamente questa visione, la causa civile è fondatissima e in appello contiamo di rovesciare completamente la sentenza di prima grado e non abbiamo nessuna necessità di un esito di un processo penale nei confronti della polizia che comunque non ci darebbe mai le prove che sono state a sue tempo sottratte»

 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe Interessarti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento