Il Boschetti diventerà un parco? Scettici Provincia e Legambiente

L'annuncio, sabato, del sindaco reggente di Padova Ivo Rossi ha lasciato interdetto Palazzo Santo Stefano. La presidente Barbara Degani dichiara che mancano atti formali e gli ambientalisti aspettano i fatti

L'attuale parcheggio in piazzale Boschetti

Piazzale Boschetti trasformato in un parco: l'annuncio, come riportano i quotidiani locali, è arrivato sabato dal sindaco reggente di Padova Ivo Rossi, che, progetto e rendering alla mano, ha dichiarato di voler destinare il 90% dell'area al verde pubblico. Ma dalle pagine de Il Mattino la presidente della Provincia Barbara Degani accusa palazzo Moroni di "amministrare con gli annunci", precisando di non essere a conoscenza di atti formali e deliberazioni che mettano nero su bianco il progetto. Legambiente, dal canto suo rimane dubbiosa e non esclude che quello di Rossi sia solo un annuncio a scopo "elettorale". Intanto la discussione è pronta a sbarcare in consiglio comunale lunedì sera.

LA "QUESTIONE BOSCHETTI". Non è una partita da niente quella del futuro di piazzale Boschetti. In gioco c'è una potenziale cubatura di 34 mila metri cubi, per la quale nel 2004 la Provincia, allora proprietaria della superficie, aveva ipotizzato un piano di riqualificazione con la costruzione di un centro direzionale. Nel 2007 l'area è passata al Comune, che diede in cambio a palazzo Santo Stefano i 40mila metri cubi della zona del PP1. Per anni è sembrato che il destino di piazzale Boschetti fosse quello di ospitare il nuovo auditorium, ma poi, proprio in queste settimane, è arrivata la svolta: "La casa della musica si farà a palazzo Foscarini, in piazza Eremitani" ha annunciato Rossi, ventilando l'ipotesi di restituire il Boschetti alla Provincia. Ora un nuovo cambio di rotta, il Comune vuole tenersi l'area e utilizzare gli spazi non vincolati per rimpinguare il verde urbano. Ma per la presidente Barbara Degani carta canta: non ci sono ancora atti formali, quindi lo scetticismo regna sovrano.

LA POSIZIONE DI LEGAMBIENTE. All'annuncio di Ivo Rossi segue, sulle prime, l'entusiasmo di Legambiente Padova che dalla sua pagina Facebook commenta: "Bene, questa volta Ivo Rossi ci ha sorpreso positivamente", prima frase seguita da una seconda, più cauta: "Noi continueremo a vigilare affinchè seguano gli atti amministrativi". Lunedì, dalle colonne del Gazzettino l'associazione fa un passo indietro affidando al suo portavoce, Lucio Passi, l'espressione dei propri dubbi. In sostanza gli ambientalisti si chiedono se l'annuncio del sindaco reggente si tramuterà in fatti o se rimarrà solo una boutade, magari in vista delle prossime elezioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

  • Si getta sui binari alla stazione di Padova: treni in tilt all'alba di lunedì

  • Morte cerebrale per Anna, la quattordicenne colpita da arresto cardiaco a scuola

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

Torna su
PadovaOggi è in caricamento