Il Comitato cavalca la polemica Claudio-Ponchio: Abano "stupefacente"?

Il Comitato lancia una frecciata al sindaco, inserendosi nella polemica di questi giorni "sull'uso di sostanze stupefacenti", con addebiti reciproci tra sindaci, in carica ed ex, della città aponense. E lo fa ricollegandosi alla boutade dell'estate scorsa, quando Claudio si espresse favorevole ad ospitare la distilleria Bonollo in centro alla città tra gli alberghi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Sulla stampa locale, la polemica tra Luca Claudio e Giovanni Ponchio, rispettivamente attuale ed ex-sindaco di Abano T.me quest'ultimo "accusato" da Claudio di "di aver agito nel 2002 sotto l'effetto della droga". Al di là del merito della questione che non ci compete, tuttavia viene spontaneo e deduttivamente logico porsi delle inquietanti domande sull'aria che si respira ad Abano.

Infatti, ricollegandosi alla boutade della scorsa estate dove Claudio pubblicamente e strumentalmente si mostrava felice e disponibile ad ospitare la Distilleria Bonollo nella località aponense (addirittura in centro tra gli alberghi...), viene spontaneo chiedersi quali sostanze si trovino nell'aria di quella città che inducano poi a certi effetti.

Chiaramente il Comitato adduce quella "esposizione mediatica" in un preciso tentativo del sindaco Claudio, per chissà quali motivi, di vanificare la legittima e doverosa protesta del comitato e dei cittadini di Conselve contro l'inquinamentoo e l'ampliamento della medesima distilleria Bonollo di Conselve.

Essendo in par condicio e avulsi dai "rimpalli" oggettivi della polemica in questione, e visto quanto emerso, il Comitato si chiede: è legittimo pensare che, sia da una parte o dall'altra, qualcosa nell'aria e non solo, di Abano, possa coincidere e interferire con l'uso del buon senso?

Torna su
PadovaOggi è in caricamento