Maxi operazione con 90 agenti: dall'Arcella a piazza delle Erbe tra denunce ed espulsioni

Un servizio straordinario massiccio, che ha portato in strada quasi cento uomini della questura. Sette gli stranieri denunciati a vari titolo, quattro saranno espulsi dall'Italia

La polizia torna in campo con un maxi controllo nelle zone più sensibili del capoluogo per combattere lo spaccio e l'immigrazione clandestina. Centinaia le persone identificate, quattro quelle avviate all'espulsione.

La task force: quasi cento agenti

É stata una verifica a tappeto, organizzata nella serata di martedì sia nell'area della stazione e dell'Arcella che nella centralissima piazza delle Erbe. L'obiettivo è sempre lo stesso: intercettare le decine di immigrati irregolari che in città si reinventano spacciatori rifornendo la zona del centro. Un vero e proprio spiegamento di forze, con 90 uomini di vari reparti della questura: Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, Polfer, Squadra mobile, Volanti, Reparto prevenzione crimine, II Reparto mobile e Nucleo cinofili.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Le aree critiche

L'operazione è scattata all'imbrunire: la prima zona passata al setaccio è stata quella di piazzale stazione, in particolare il boulevard che congiunge il cavalcavia Borgomagno con l'inizio di coso del Popolo. Oltre a fermare e controllare decine di stranieri, gli agenti si sono concentrati anche sui fast food e i minimarket, per poi spostarsi nell'area di via Donghi. Poi la task force si è portata sia in zona San Carlo che in piazza delle Erbe, dove diverse camionette si sono piazzate all'imbocco delle vie che portano in Ghetto.

I numeri

Fino a mezzanotte sono 145 gli stranieri identificati. Quindici di loro sono stati portati in questura per ulteriori accertamenti e per essere fotosegnalati. Accertamenti che hanno dato i loro frutti, perché sette sono stati denunciati e quattro, tutti tunisini, sono stati accompagnati al centro di espulsione di Trapani. I quattro nordafricani sono stati notati in piazza delle Erbe intenti a confabulare con fare sospetto e si è scoperto che tutti avevano precedenti per spaccio di droga.

Le denunce

Tra loro c'era una quinta persona che aveva con sé cinque dosi di cocaina e una di eroina, per un totale di 4,3 grammi, e una tessera sanitaria rubata sul tram, che gli sono costati una denuncia per detenzione e ricettazione. Altri tre tunisini sono stati denunciati per inottemperanza al foglio di via e immigrazione clandestina; uno di loro ha ricevuto il divieto di dimora a Padova. Tra gli altri denunciati ci sono un cinese e un nigeriano accusati di aver fornito generalità false e un bengalese, scoperto a vendere degli ombrelli senza autorizzazione.

Droga e controlli ai negozi

Oltre alle verifiche sulle persone, gli agenti hanno controllato anche 25 automobili e 6 esercizi commerciali. La squadra cinofili invece ha scovato e sequestrato 14 grammi di marijuana in via Cairoli. Dall'inizio dell'anno l'Ufficio immigrazione della questura di Padova ha avviato 236 provvedimenti di espulsione, di cui 74 con accompagnamento ai centri di permanenza per i rimpatri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento