Poste Insieme Onlus finanzia a Padova un progetto contro la povertà estrema

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

A poco più di un anno dall'inizio della sua attività, Poste Insieme Onlus, la Fondazione di Poste Italiane nata per promuovere politiche di inclusione e solidarietà sociale, fa un bilancio dei primi obiettivi raggiunti presentando 44 nuovi progetti approvati e una inedita rete di volontariato aziendale di 1200 dipendenti (62 in Veneto).

A Padova Poste Insieme Onlus ha finanziato, con 15mila euro, i percorsi di reinserimento sociale contro la povertà promossi dalla cooperativa Gruppo R.
Il progetto si rivolge a persone e nuclei familiari in condizione di povertà estrema della città e vuole sperimentare un modello di partecipazione attiva da parte dei beneficiari nella definizione del proprio percorso di reinserimento sociale.
Dopo una prima fase di selezione dei partecipanti e di co-progettazione, i soggetti saranno avviati, con il supporto degli operatori, verso attività socializzanti e/o lavorative.

Questi i temi degli altri progetti diffusi sul tutto il territorio nazionale: percorsi di aiuto e reinserimento lavorativo per donne vittime di violenza, servizi di assistenza domiciliare e residenziale per persone colpite da patologie, iniziative di sostegno all'invecchiamento attivo ed al mantenimento dell'autonomia, attività di formazione professionale e valorizzazione del talento e della creatività di giovani svantaggiati e disabili.

Alle forme di sostegno finanziario Poste Insieme Onlus unisce una inedita attività di volontariato aziendale al di fuori dell'orario di lavoro che costituisce a livello nazionale un'assoluta novità.

"I risultati del primo anno di attività di Poste Insieme Onlus ed il rinnovato e più consistente impegno assunto oggi con 44 nuove progettualità sociali ed una rete di 1200 volontari - ha spiegato la presidente Luisa Todini - confermano come Poste Italiane sia un'azienda che è saldamente radicata da quasi 155 anni nel cuore e nell'anima del nostro Paese, vicina a famiglie e territori, in grado di intercettarne ed interpretare capillarmente bisogni ed aspettative, trasformandole da sempre in azioni concrete.
Anche il ruolo svolto con immediatezza dalla nostra azienda nelle attività di risposta e di presidio territoriale dell'emergenza post-sisma dimostrano che Poste Italiane è oggi più che mai azienda sociale e di mercato, protagonista di uno sviluppo che include ed amplifica i processi di cambiamento e modernizzazione in atto".

"Il percorso di sviluppo e trasformazione di Poste Italiane - ha dichiarato l'amministratore delegato Francesco Caio - è imperniato su una costante attenzione al tema dell'inclusione sociale.
Attraverso Poste Insieme Onlus e le numerose attività di corporate social responsibility, l'azienda ha definito una strategia integrata che unisce ai valori della prossimità e della semplicità l'impegno solidale e responsabile degli organi aziendali e di tutti i suoi dipendenti in un agire comune, attraverso la condivisione di iniziative di volontariato in grado di innescare processi di cambiamento e miglioramento, anche culturale, del nostro Paese".

Torna su
PadovaOggi è in caricamento